Meglio Pixel 3 o Pixel 3 XL? Giudicatelo voi, grazie ai tanti nuovi render “ufficiali” (foto)

Nicola Ligas

Il 9 ottobre, giorno del lancio di Pixel 3 e Pixel 3 XL, è sempre più vicino, e se da una parte c’è grande curiosità per i primi smartphone completamente sviluppati e prodotti da Google, dall’altra non riusciamo a scrollarci di dosso il sapore di “gia visto”.

La base sembra infatti la medesima degli anni passati, e l’enorme notch di Pixel 3 XL non basta a renderlo più moderno; anzi, è stato (e sarà) facilmente oggetto di critiche. Sempre in materia di display, dovremmo avere un 6,2” QHD+ (1.440 x 2.880 pixel) sul modello più grande, ed un 5,5” sul più piccolo (forse full HD).

Una novità di rilievo però c’è: le due fotocamere frontali da 8 megapixel, su entrambi gli smartphone. Una di queste è dotata di autofocus e campo più stretto, l’altra è un grandangolo con fuoco fisso. Paradossalmente Google sembra voler esaltare i selfie ancor più della camera principale, che rimane una singola 12 megapixel sul retro.

Retro che è sempre realizzato in vetro bicolore (ma non troppo), mentre la cornice è in metallo. Altri elementi già visti sono il lettore di impronte digitali al centro della back cover, ed i due speaker frontali, che “giustificano” l’ampio bordo sotto al display. Anche l’ipotetica scheda tecnica risulta prevedibile: Snapdragon 845, 4 GB di RAM e 64/128 GB di storage.

Ciò non significa che la fotocamera principale dei Pixel 3 non sarà all’altezza della concorrenza. Abbiamo già visto in passato come il machine learning applicato alla fotografia sappia dare risultati incredibili, e quest’anno ci sarà anche una piccola arma in più: Google Lens integrato e (a quanto pare) sempre attivo nell’app della fotocamera. Osservate infatti il breve video qui sotto, nel momento in cui compare il biglietto da visita. Lens riconosce che c’è un indirizzo email e con un semplice tap sullo stesso apre Gmail già pronto in modalità composizione.

Il filmato è stato pubblicato (e poi rimosso) da un leaker piuttosto attivo ultimamente, che per ora si è rivelato affidabile, ma ovviamente non è una conferma ufficiale.

Passando invece alle funzioni software, per adesso non sono emerse grandi novità (wallpaper a parte). Ci saranno sempre i “fianchi spremibili”, meglio noti come Active Edge, la modalità Ambient Display (anche Always On), varie gesture (sia a livello di interfaccia che sul lettore di impronte) e tutte le novità di Pie. Per ora non è però emersa alcuna killer feature inedita.

Non siamo nemmeno sicuri che quest’anno il piccolo Pixel 3 arrivi in Italia, dato che lo scorso anno ci siamo dovuti accontentare solo della variante XL. Il sottoscritto fa il tifo per il piccolo Pixel, sia per esperienza pregressa, che in base ai render qui sotto. Voi quale preferite?

Pixel 3

Pixel 3 XL

Via: XDAFonte: Winfuture