Huawei afferma che il suo Kirin 980 sarà meglio dell’A12 Bionic di Apple (ma va’?)

Roberto Artigiani -

Ogni scarrafone è bell’a mamma soja, si sa. E anche se il detto è tutto italiano la cosa sembra applicarsi senza difficoltà al resto del mondo. Ce ne dà un’ulteriore dimostrazione oggi Huawei, che ha dichiarato di essere sicura che il suo SoC Kirin 980 di prossima generazione avrà delle prestazioni migliori rispetto al chip A12 Bionic presentato da Apple qualche giorno fa.

I lavori per la realizzazione di Kirin 980 sono durati circa 3 anni e si sono concentrati su potenza ed efficienza. Il processore infatti sarà il primo costruito con il processo a 7 nanometri e riuscirà a comprendere 6,9 miliardi di transistor, la stessa quantità dell’A12. In ogni caso si tratterà di un bel salto in avanti dal momento che rispetto alla generazione precedente la CPU dovrebbe essere il 75% più veloce e 57% più efficiente dal punto di vista energetico.

LEGGI ANCHE: Il tema scuro su Opera Touch

Discorso analogo per quanto riguarda la componente dedicata all’elaborazione grafica: Huawei promette una GPU 46% più veloce e addirittura 1,78 volte più efficiente in termini di bisogno energetico. La sezione per l’intelligenza artificiale raddoppierà le performance riuscendo a riconoscere fino a 4.500 immagini al minuto. Inoltre la capacità di predizione dell’IA permetterà al processore di erogare potenza solo quando necessario per massimizzare il risparmio energetico.

Infine Kirin 980 sarà il primo SoC che supporterà la connessione LTE cat. 21 con picchi di velocità in scaricamento di 1,4 Gbps. Al di là dei proclami del produttore, molto probabilmente il prossimo Kirin sarà davvero il processore con cui fare i conti nel 2019. Anche se per dare un giudizio aspettiamo di poterlo mettere a confronto personalmente  con l’A12 di Apple.

Via: Tech Radar
Apple