Xiaomi non smetterà di mettere ad nelle app di sistema dei suoi dispositivi

Vezio Ceniccola La pratica viene utilizzata in alcuni mercati, non piace agli utenti, ma non sembra poter finire a breve

Non è certo un mistero che alcuni produttori cinesi utilizzino la pubblicità nelle proprie interfacce software personalizzate. Tra queste c’è anche Xiaomi, che utilizza annunci nei suoi servizi in alcuni particolari mercati, come Cina ed India. Ultimamente la società si è attirata non poche critiche per questo tipo di comportamento, ma sembra non abbia nessuna intenzione di smettere.

Dopo essere stata contattata da The Verge, la società cinese ha spiegato che il sistema di ad è parte integrante dell’ecosistema Xiaomi e del suo modello di business. Gli annunci compaiono su tutti i prodotti che utilizzano l’interfaccia MIUI, dunque i dispositivi Android One sono esclusi. Nonostante questo, la filosofia dell’azienda è quella di rendere le pubblicità non intrusive, dando l’opportunità agli utenti di disattivarle nelle impostazioni di sistema.

Il problema è che, come segnalato da alcuni utenti, tali opzioni spesso non funzionano, e gli ad continuano ad apparire sull’interfaccia e nelle app di sistema, come ad esempio il player musicale, il file manager e addirittura la schermata delle impostazioni.

LEGGI ANCHE: Meizu 16X ufficiale

Il motivo dell’impossibilità di rinunciare agli annunci pubblicitari da parte di Xiaomi è dovuto, molto probabilmente, anche dal suo modello di business, che prevede la vendita di prodotti hardware a basso prezzo – spesso ancora più basso nei mercati emergenti – e conta molto anche sui ricavi generati da questo tipo di servizi software.

In ogni caso, tali problematiche non dovrebbero essere riservate agli utenti europei, per i quali l’interfaccia MIUI e le app di sistema non dovrebbero presentare annunci, almeno per il momento.

Via: The Verge