I vostri prodotti Xiaomi sono Global o no? Scopritelo con questo tool ufficiale (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

È passato ormai qualche mese dallo sbarco in pompa magna di Xiaomi nel nostro paese, per la gioia dei tanti appassionati italiani, che ora possono iniziare toccare con mano in negozio i prodotti che tanto desiderano e vedere localizzati nella nostra lingua software e servizi precedentemente destinati ad altri mercati. Xiaomi però ha una lunga tradizione qui in Italia, ben antecedente al suo impegno diretto nel Bel Paese, tanto che sarete in molti a possedere uno smartphone o accessorio del produttore cinese, importati dalla Cina. Ma vi siete mai chiesti se si tratti di un prodotto Global, ovvero previsto per il mercato internazionale, oppure cinese?

Già, perché Xiaomi è un produttore ovviamente cinese, nato e cresciuto in patria e solo successivamente apertosi ad altri mercati. È vastissima dunque la moltitudine di prodotti rivolti in modo specifico per il mercato cinese, ma esistono anche prodotti che constano versioni appunto Global e versioni China. È il caso di diversi modelli di smartphone, equipaggiati con la storica personalizzazione di Android MIUI, ma anche di altri accessori e gadget. Come fare per essere sicuri di avere tra le mani un prodotto Global?

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi Bluetooth Neckband Earphones, la recensione

Per gli smartphone, un indizio piuttosto inequivocabile è dato dalla scatola, che se non presenta il nome del dispositivo in cinese ed include un caricabatterie con presa nostrana, è da considerarsi Global. Ma per averne la certezza, è sufficiente utilizzare un apposito strumento online, messo a disposizione da Xiaomi stessa a questo link. Nel campo di testo vi sarà chiesto di inserire il codice IMEI – nel caso si tratti di uno smartphone – o il numero seriale del prodotto, per poi verificare immediatamente la provenienza del vostro dispositivo.

Lo strumento può tornare utile anche per prodotti originali da mere riproduzioni contraffatte – ci viene in mente il caso delle power bank – mentre per quanto riguarda la garanzia, purtroppo il discorso è più complesso. Xiaomi infatti copre in Europa, con il suo servizio di assistenza ufficiale, soltanto i prodotti Global venduti direttamente sul suolo europeo, dunque se compraste qualcosa ad un Mi Store in Spagna o in Francia, non avrete problemi a far valere la garanzia anche in Italia. Se invece il vostro dispositivo fosse sì Global, ma acquistato d’importazione dalla Cina, soltanto lo shop a cui vi siete rivolti potrà offrirvi un servizio di assistenza.

Ringraziamo Marco per la segnalazione