Google certifica i dispositivi rugged per uso business promettendo ben 5 anni di aggiornamenti di sicurezza

Roberto Artigiani

Lo scorso febbraio Google ha annunciato l’arrivo del programma Android Enterprise Recommended per aiutare le aziende nella scelta di dispositivi mobili adatti a esigenze lavorative. La certificazione infatti prevede dei requisiti piuttosto stringenti mirati a garantire l’usabilità, così come la sicurezza. Oggi è arrivato l’annuncio dell’allargamento del programma per comprendere anche gli smartphone rugged, ossia quelli rinforzati per l’uso sul campo da parte di professionisti.

I requisiti per questo tipo di dispositivi sono ancora più marcati rispetto ai normali telefoni – il cui programma di riferimento è stato ribattezzato “Knowledge Workers”. Le caratteristiche minime sono: Android 7.0, 2 GB di RAM e 16 GB di spazio di archiviazione. Allo stesso tempo deve essere garantito almeno un aggiornamento dell’OS entro i 18 mesi dal lancio e patch sicurezza per 5 anni (2 in più rispetto a tutti gli altri).

LEGGI ANCHE: Il mercato degli smartphone farà un rimbalzo nel 2019

I telefoni rugged devono anche avere una certificazione di resistenza agli agenti esterni IP64 o superiore e resistere a cadute da un’altezza di 1,2 metri (ossia 4 piedi, secondo lo standard MIL-STD-810G o IEC 62-2-32). Attualmente 11 dispositivi fanno parte del programma e sono i seguenti:

  • Zebra TC25, TC51, TC56, TC70X and TC75X
  • Honeywell CT40, CT60 and CN80
  • Sonim XP8
  • Point Mobile PM45
  • Datalogic Memor 10 (atteso per ottobre)

Per maggiori informazioni potete visitare la pagina ufficiale del programma.

Via: Android PoliceFonte: Google