OnePlus 6 batte (quasi) tutti: è il secondo non-Pixel ad aggiornarsi pubblicamente ad Android Pie, seppure solo in beta

Nicola Ligas -

Oggi è un gran giorno per gli utenti OnePlus 6, dato che il loro è il secondo smartphone non-Pixel (il primo sul nostro mercato, dato che Essential Phone non è ufficialmente in vendita in Italia) a ricevere pubblicamente, per tutti i suoi utenti, l’aggiornamento ad Android Pie, per quanto si tratti ancora di una prima beta. Ecco le novità principali:

  • Aggiornamento di sistema ad Android 9.0 Pie
    • Nuova UI
    • Nuove gesture di navigazione
    • Altre nuove funzioni e miglioramenti al sistema
  • Funzioni di personalizzazione integrate da OnePlus
    • Supporto alla personalizzazione dei colori degli “accenti”
    • Nuova modalità non disturbare, con impostazioni personalizzabili
    • Nuovo Gaming Mode 3.0
      • Aggiunta la modalità di notifica testuale
      • Aggiunta la notifica per chiamate di terze parti

Problemi Noti:

  • Alcune applicazioni potrebbero non funzionare come previsto
  • Google Pay non funziona
  • Il Google Play Store potrebbe dare un errore di “Device is not Certified by Google”

LEGGI ANCHE: Quali smartphone saranno aggiornati ad Android Pie

Ribadiamo che si tratta di una beta, e come tutte le beta di OnePlus andrà flashata manualmente. Nel suo thread ufficiale sul forum dell’azienda troverete le istruzioni per passare dalla stabile alla beta, o dalla developer preview di Android P a questa beta; o ancora per fare il downgrade all’ultima versione stabile, nel caso voleste tornare indietro.

In ogni caso, onore al merito e complimenti a OnePlus, che può vantare un primato che in molti avrebbero voluto reclamare per sé.

Aggiornamento

Come puntualizzato nei commenti, OnePlus 6 non è il primo in assoluto ad aggiornarsi ad Android Pie, dato che Essential Phone è arrivato prima di lui. Abbiamo ragionato in un’ottica del mercato italiano, ma avremmo dovuto specificarlo meglio fin da subito. Abbiamo di conseguenza aggiornato l’articolo e mi scuso personalmente per non averlo precisato subito.