Huawei continua a preparare il campo per Mate 20: EMUI 9 su base Android Pie svelata ufficialmente (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

Mate 20 e Mate 20 Pro si confermano i grandi protagonisti in assenza (o quasi) dell’IFA 2018 targato Huawei. Dopo il lancio del fratellino Mate 20 Lite, l’annuncio ufficiale del SoC top di gamma Kirin 980 e della data fissata per l’evento di presentazione, ecco un altro tassello che trova il suo posto, fomentando l’attesa per i nuovi smartphone di punta dell’azienda: la EMUI 9, basata su Android 9.0 Pie.

La nuova versione dell’interfaccia personalizzata di Huawei prende le mossa da quella dell’anno passato, andando tuttavia a limare diversi dettagli, nel nome della pulizia grafica, della leggerezza e della semplicità di utilizzo. La EMUI è infatti da sempre una delle personalizzazioni di Android più complete di funzioni, ma al contempo anche fra le più pesanti. Huawei si è dunque rimboccata le maniche per eliminare il superfluo (i menu totali passano da 940 a 843), a tutto vantaggio di immediatezza e prestazioni – aumento del 12,9% della velocità generale, +12% nell’apertura di Instagram, +11% per Spotify e così via.

LEGGI ANCHE: Huawei Mate 20 Lite, la nostra anteprima da IFA 2018

L’influenza di Android Pie si nota sotto molti punti di vista, a partire dalla navigazione tramite gesture e dalla sempre più preponderante presenza del colore bianco, per arrivare alla barra di navigazione inferiore inclusa nelle nuove app Huawei e accorgimenti che vanno nella direzione del Digital Wellbeing, su cui Google sta spingendo forte. La nuova EMUI 9 debutterà ad ottobre sui nuovi Mate 20 e Mate 20 Pro, ma successivamente arriverà anche su altri dispositivi recenti, tra cui  P20, P20 Pro, Mate 10 Pro, Honor 10, Honor View 10 e Honor Play. Proprio su questi modelli è già in partenza una fase di sviluppo beta, a cui potranno partecipare anche gli utenti.

Via: Android Central
EMUIifa