Samsung aiuterà Oppo e Xiaomi a costruire i loro smartphone pieghevoli ed ha un (buon) motivo per farlo

Vezio Ceniccola

Già da qualche mese abbiamo come l’impressione che il 2019 possa essere l’anno buono per l’arrivo e la diffusione degli smartphone pieghevoli. Impressione ulteriormente confermata dai movimenti delle grandi aziende tecnologiche, che stanno avviando collaborazioni molto importanti a riguardo.

Le ultime novità arrivate dalla Corea del Sud affermano che Samsung avrebbe stretto un importante accordo con Oppo e Xiaomi, interessate alla tecnologia dei display flessibili dell’azienda coreana. Stando a questi rumor, i pannelli OLED di Samsung potrebbero essere venduti alle due società cinesi, per permettere anche ad esse di produttore smartphone pieghevoli o con caratteristiche particolari.

Ma perché Samsung dovrebbe condividere con aziende concorrenti una tecnologia così esclusiva? L’obiettivo, secondo i media coreani, sarebbe quello di espandere la produzione di display flessibili – con conseguenti ricavi maggiori – e, soprattutto, diffondere il concetto di “smartphone pieghevole” al grande pubblico, anche con l’aiuto dei rivali.

Si tratterebbe, insomma, di preparare il mercato ai nuovi tipi di smartphone, lanciando non solo i propri prodotti – l’ormai celebre Galaxy X – ma lasciando che anche gli altri produttori facciano la loro parte con i propri dispositivi.

LEGGI ANCHE: LG si butta nel mercato dei display flessibili

Per il momento siamo ancora in attesa che i primi modelli flessibili arrivino sul mercato, ma da queste notizie sembra ormai che l’attesa non debba essere ancora troppo lunga. E voi siete pronti per l’acquisto del vostro primo smartphone pieghevole?

Via: Phone ArenaFonte: ETnews