Galaxy Note 9 come i migliori PC da gaming: ha un sistema di raffreddamento a liquido e fibra di carbonio

Vezio Ceniccola

Una delle novità meno note del nuovo Galaxy Note 9 è il suo rinnovato sistema di dissipazione interno, per il quale Samsung ha voluto realizzare qualcosa di mai visto prima su smartphone. Il sistema si chiama Water Carbon Cooling e, come suggerisce il nome stesso, presenta un complesso mix tra fibra di carbonio e liquido per il raffreddamento dell’hardware del nuovo top gamma.

L’uso di un tale sistema di dissipazione non è una sorpresa, visto che l’azienda coreana lo utilizza sin dai tempi di Galaxy S7. Questa volta, però, tutto è stato rivisto ed ottimizzato, usando materiali innovativi e processi all’avanguardia. Il sistema di Note 9 è composto da due Thermal Interface Material (TIM) – quello a contatto col processore è realizzato in fibra di carbonio – e da una piastra di rame piazzata in mezzo ai due per aumentare l’efficienza del trasferimento di calore. Sopra di essi è fissato un dissipatore, con un’area più estesa rispetto a quelli utilizzati in precedenza, con un conduttura in cui scorre il liquido di raffreddamento.

Questa nuova e complessa soluzione ingegneristica ha permesso di migliorare di gran lunga l’efficienza della dissipazione, aumentando di 3 volte l’assorbimento di calore e di 3,5 volte la conduttività termica rispetto al sistema usato su Galaxy Note 8. Ciò si traduce in una diminuzione dei problemi di thermal throttling e perdita di performance, soprattutto durante i giochi e il multi-tasking.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Note 9, la recensione

Avendo un miglior sistema di dissipazione è possibile giocare a Fortnite più a lungo e senza cali di frame, si possono utilizzare tante app allo stesso tempo senza perdere fluidità e si può utilizzare la modalità DeX ottenendo prestazioni di alto livello in qualunque situazione.

E voi avete già provato questa novità sul vostro Note 9? Siete contenti dei passi avanti fatti da questo punto di vista? Fatecelo sapere nei commenti!

Fonte: Samsung