Galaxy Note 9 fatto a pezzi da iFixit: vetro e colla sono i talloni d’Achille della riparabilità (video)

Vincenzo Ronca Sono anche disponibili gli sfondi per radiografare il vostro Galaxy Note 9.

Il team di iFixit ha rivolto le sue cure, come ampiamente ci si aspettava, a Galaxy Note 9, l’ultimo phablet top di gamma di casa Samsung. Il dispositivo è molto simile, in termini di design e costruzione, al suo predecessore Galaxy Note 8 e pertanto le considerazioni finali relative al teardown sono analoghe.

Il punteggio finale non sorride a Galaxy Note 9, come il suo predecessore ottiene un grado di riparabilità pari a 4 su 10: le principali ragioni della disfatta sono l’utilizzo del vetro sul lato posteriore, il quale rende l’apertura del dispositivo estremamente difficoltosa, e l’abbondante uso della colla, soprattutto per posizionare la batteria e che complica anche la sostituzione del display.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Note 9, la recensione

Il team di iFixit ha speso delle note di merito per Samsung relativamente all’uso del jack per le cuffie, il quale riduce l’usura della porta per la ricarica, e di componenti estremamente modulari, sostituibili molto semplicemente. Altro punto a favore della riparabilità di Note 9 è l’utilizzo esclusivo di viti Phillips di tipo standard.

Riassumendo, i materiali ed i componenti usati per la costruzione di Galaxy Note 9 sono eccellenti ma influiscono negativamente sulla riparabilità del dispositivo. Per ulteriori informazioni sul teardown eseguito da iFixit, vi consigliamo di consultare il video e la guida completa riportati qui in basso, oltre al report completo pubblicato sul sito ufficiale.

Inoltre, iFixit vi da anche la possibilità di simulare una sorta di radiografia al vostro Note 9: potrete ottenere una particolare personalizzazione dello smartphone scaricando gli sfondi trasparenti direttamente da questo indirizzo.

Fonte: iFixit (1), (2)
Samsung Galaxy Note 9 (8 GB)

Samsung Galaxy Note 9 (8 GB)

confronta modello
iFixit