Samsung Galaxy Note 9 strizza l’occhio al modding: rilasciati i codici sorgente del kernel

Vincenzo Ronca

Tutti gli utenti che hanno avuto una minima esperienza nel mondo del modding sanno bene che, per un nuovo smartphone lanciato sul mercato, il rilascio dei sorgenti del kernel apre le porte al lavoro degli sviluppatori per creare custom ROM e mod di vario tipo. Questo è il caso di Samsung Galaxy Note 9, in particolare della variante con SoC Exynos.

Il rilascio dei codici sorgente del kernel, combinato con la possibilità di sbloccare il bootloader, apre le danze allo sviluppo di custom recovery e custom ROM per Galaxy Note 9. Pertanto, ci aspettiamo che presto arrivi il supporto della nota TWRP e delle prime build di ROM basate su AOSP per la variante Exynos di questo dispositivo.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Note 9, la recensione

Il codice sorgente del kernel di Galaxy Note 9 è già disponibile al download sulla piattaforma dedicata. Per scaricarlo basta recarsi a questo link e inserire come chiave di ricerca “N96”, il file da scaricare ha estensione .zip e si riferisce al modello SM-N960F.

Via: XDA
Samsung Galaxy Note 9 (8 GB)

Samsung Galaxy Note 9 (8 GB)

confronta modello