Samsung Galaxy Note 9 vs Note 8, il nostro confronto (foto e video)

Emanuele Cisotti

Vi anticipiamo che questo video non sarà lungo e dettagliato come quello dove abbiamo mostrato il confronto fra Galaxy Note 9 e OnePlus 6. Il motivo è presto detto: le differenze fra un Note 9 ed un Note 8 che potremmo mostrare in video sono poche ed infatti il video sarà più discorsivo e racconterà di quali sono le novità di Galaxy Note 9 e del se vale la penna acquistare uno dei due modelli.

RECENSIONI: Samsung Galaxy Note 9Note 8

Dal punto di vista costruttivo e di design è cambiato molto poco. Il nuovo modello ha una fresatura più visibile nel profilo metallico e torna ad essere opaco. Viene sacrificato il peso e lo spessore in favore di una nuova batteria da ben 4000 mAh. E per chi ha già per le mani un Galaxy Note 8 il confronto potrebbe terminare qui. Questo perché ci sono altre novità (ancora importanti), ma la verità è che il motivo principale per fare l’aggiornamento e l’aumento di batteria e quindi di autonomia.

In termini di ergonomia Galaxy Note 9 ha un nuovo posizionamento del lettore di impronte posteriore che ne aiuta non solo la presa ma anche l’utilizzo nella vita quotidiana. Il display è praticamente identica ma passa da 6,3 a 6,4 pollici guadagnando ancora un po’ di spazio, ma senza andare ad incidere particolarmente sulle dimensioni (è più basso ma più largo).

CONFRONTO: Schede tecniche Note 9 vs Note 8

La fotocamera è alla base quasi la stessa, ma il sensore principale ha ora apertura variabile ƒ/1.5-2.4 per garantire più luminosità al buio e più dettaglio di giorno. La differenza non è abissale ma al buio è comunque apprezzabile. Il software sfrutta ora l’intelligenza artificiale per riconoscere le scene e per avvisarvi se la foto potrebbe essere venuta male, invitandovi a scattarla di nuovo. I video si registrano poi in 4K adesso fino a 60fps (ma senza stabilizzazione elettronica).

La connettività passa da 1 a 1,2 Gbps di velocità massima, mentre il processore è ora un Exynos 9810 octa core da 2,7 GHz, contro il precedente 8895 octa da 2,2 GHz. I benchmark mostrano un passo in avanti. Per il resto l’esperienza d’uso non è dissimile. Per gestire meglio questa potenza c’è ora anche un heat pipe al liquido per raffreddare meglio il dispositivo. La memoria interna della versione base passa da 64 a 128 GB e c’è ora una versione con 8 GB di RAM e 512 GB di memoria interna.

Per chi acquista un Note per la produttività c’è poi la possibilità di usarlo come un PC con DeX senza l’utilizzo della dock. La S Pen è stata poi dotata di Bluetooth e può essere utilizzata da lontano per attivare alcune funzioni (come avanzare delle slide o scattare una foto).

Samsung Galaxy Note 9 viene venduto a 1029€, 30€ in più di Note 8 un anno fa al suo lancio. Online il primo si trova poco sotto i 1000€ e il secondo a 628€. Consultate le offerte qui sotto per verificare futuri ribassi.

Ma quindi quale scegliere fra Note 9 e Note 8? Se acquistate il Note per avere il dispositivo senza compromessi allora il modello più nuovo è sicuramente la scelta. Certo il prezzo è più alto, ma è “il prezzo da pagare” per questa completezza. Per chi invece cerca un ottimo smartphone ma vuole risparmiare qualcosa sulle cifre da capogiro a cui ormai questi smartphone vengono venduti il Note 8 è ancora un’ottima offerta. Non che il prezzo comunque sia crollato in un anno.

Video

Foto

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.