Samsung Galaxy Note 9 vs OnePlus 6, il confronto (foto e video)

Emanuele Cisotti -

Avete scelto voi questo come il primo confronto che vede protagonista Galaxy Note 9 e lo avete fatto tramite il nostro gruppo su Facebook. Si tratta ovviamente di due degli smartphone più potenti sulla piazza, ma con peculiarità differenti e sopratutto prezzi molto differenti. Parliamo di Samsung Galaxy Note 9 e OnePlus 6.

RECENSIONI: Galaxy Note 9 – OnePlus 6

La confezione di Note 9 si distingue per la presenza di due adattatori USB-C e delle cuffie stereo AKG in-ear. Abbiamo poi continuato analizzando la qualità costruttiva, ottima su entrambi i dispositivi. Gli smartphone sono realizzati con retro in vetro e profilo metallico. Lo smartphone Samsung è decisamente più pesante e leggermente più spesso. Non ne pregiudica particolarmente l’ergonomia, ma sicuramente OnePlus 6 è più comodo sul lungo periodo. Non è però impermeabile, almeno non ufficialmente, come è invece il dispositivo Samsung.

Bene l’autonomia di entrambi i dispositivi che possiamo giudicare paragonabile. La batteria di Note 9 è da ben 4000 mAh e gode anche della ricarica wireless, condizione non da poco. Sorprendente bene il risultato di OnePlus 6 che ha una batteria decisamente più piccola: 3300 mAh. La sua ricarica rapida Dash Charge è però un po’ più veloce. I due display sono entrambi AMOLED (Super quello Samsung e Optic quello OnePlus) ma la risoluzione di Note 9 è di ben QHD+ e lo abilita all’utilizzo anche della realtà virtuale grazie a Gear VR. In più supporta l’HDR, è leggermente curvo e non ha il notch, che però per qualcuno potrebbe anche essere un punto a favore.

Troverete maggiori considerazioni sulla fotocamera nel video, ma vale la pena fare un ripasso. Entrambi sono dotati di doppia fotocamera. 12 + 12 megapixel per Note 9, che sfrutta il secondo modulo anche per lo zoom 2x. OnePlus 6 offre una risoluzione superiore (16 megapixel) e una seconda fotocamera da 20 megapixel che viene sfruttata solo per la profondità di campo. La qualità è buona su entrambi i dispositivi e con buona luce i risultati si possono dichiarare equivalenti. Con meno luce Note 9 riesce a superare di buon livello OnePlus 6.

Per quanto riguarda i video entrambi registrano in 4K a 60 fps, ma solo a 30 fps con stabilizzazione elettronica. Al momento OnePlus 6 sembra soffrire di un bug per cui questa modalità non si attiva (neanche dopo reset) e il risultato sotto è impietoso.

A seguire anche un sample di registrazione video in super slow motion. Qui non ci sono valutazioni di qualità, ma solo di output finale diverso.

Sulle prestazioni ed i benchmark Note 9riesce a tenere testa a OnePlus 6, ma non a superarlo. Bisogna però anche ricordare che abbiamo provato il modello con 6 GB di RAM di Galaxy Note 9 e quello con 8 GB di OnePlus 6. La memoria interna di Note 9 doppia quella di OnePlus 6 e offre anche la possibilità di espanderla.

SCHEDE TECNICHE: Galaxy Note 9 – OnePlus 6

Parlando ancora di hardware Samsung Galaxy Note 9 ha l’audio stereo, una S Pen adesso anche bluetooth, una Heat Pipe per mantenere il telefono più “fresco”, la USB-C 3.1 con uscita video, la scansione della retina e il sensore di battito cardiaco. Tante “piccole” cose ma che insieme fanno la differenza. OnePlus 6 dalla sua ha invece un lettore di impronte digitali più comodo da raggiungere nel quotidiano e uno switch fisico per modificare lo stato della suoneria.

Samsung ha implementato nella sua Experience tantissime funzionalità, come Samsung DeX senza dock (ovvero modalità PC con un solo cavo), il supporto alla realtà virtuale, Samsung Pay per i pagamenti, molte modalità di gestione delle app in multiwindows, i temi e S Health. Sono solo alcune di tutte le funzionalità che vengono descritte nella recensione. OnePlus 6 dalla sua offre un’esperienza d’uso basata sulla velocità e i tempi di reazione quasi azzerati. Si tratta di un vero fulmine, imbattuto ad oggi fra tutti gli smartphone. Completezza vs velocità.

Una parola anche sugli aggiornamenti: benché OnePlus abbia un rapporto molto più diretto con la sua comunità, offrendo spesso beta pubbliche o private dei suoi software, nel complesso anche Samsung ha velocizzato i tempi di suoi rilasci. Tanto per fare un esempio nell’ultimo mese solo Note 9 fra questi due smartphone si aggiornato alle patch di agosto.

E chiudiamo con i prezzi, che ovviamente sono l’ago che sposta la bilancia nell’acquisto. Galaxy Note 9 è in vendita a partire da 1029€, mentre OnePlus 6 parte da 519€, ovvero quasi la metà. Otterrete la metà con un OnePlus 6? Ovviamente no. Come sempre in questi casi, salendo di livello si ottengono tutte delle funzioni più o meno di contorno che a molti potrebbero non servire. Note 9 fra tutti è quello che cerca di giustificare al meglio la spesa.

OnePlus 6 rimane imbattuto nel rapporto qualità prezzo. Samsung Galaxy Note 9 diventa invece il re dell’assenza di compromessi.

Video

Foto

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.