Le novità di Galaxy Note 9 hanno convinto gli utenti coreani: pre-ordini già superiori rispetto a S9 e S9+

Edoardo Carlo Ceretti

Il 2018 è stato un anno conservativo per Samsung, di transizione verso un 2019 che promette entusiasmanti novità. Lo sanno bene Galaxy S9 e S9+ che, a causa delle novità giudicate troppo esigue rispetto ai diretti predecessori, hanno venduto al di sotto delle attese. C’era dunque curiosità di capire se anche a Galaxy Note 9 sarebbe toccata la stessa sorte, oppure se la sarebbe cavata meglio.

Stando a fonti provenienti dalla patria coreana, i pre-ordini del nuovo smartphone di punta di Samsung stanno procedendo piuttosto bene, già superiori in proiezione a quelli raccolti da Galaxy S9 e S9+ durante le prime settimane post presentazione. Un dato rassicurante, che dimostra come il gigante coreano abbia fatto tesoro delle critiche mosse da un pubblico sempre esigente, riuscendo a migliorare (senza stravolgere) l’esperienza assicurata da Note 8 proprio laddove era più necessario.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Note 9, la recensione

Gli utenti quindi stanno apprezzando gli sforzi per inserire una batteria più capiente, il taglio di memoria da mezzo terabyte e una S-Pen arricchita dalla connettività Bluetooth. Tuttavia, difficilmente Note 9 riuscirà a superare i pre-ordini di Note 8, che seppe catalizzare su di sé una grande attenzione a causa della triste sorte accorsa al predecessore Note 7: secondo le stime, il nuovo modello dovrebbe coprire circa l’80% dei pre-ordini della generazione precedente. I dati riguardano comunque il solo mercato coreano, chissà che a livello globale Note 9 non si riveli un successo ancora maggiore.

Via: SamMobile