Con Android Pie è più semplice personalizzare in dettaglio l’interfaccia utente, ma non è chiaro chi può farlo

Vincenzo Ronca

Android Pie 9.0 è stato appena rilasciato ufficialmente e pian piano stiamo scoprendo tutti i dettagli relativi alla nuovissima release del sistema operativo di Google. Oggi parliamo di un interessante strumento incluso in Android Pie dedicato alla personalizzazione di tanti aspetti dell’interfaccia utente, anche se non è chiaro chi è destinato ad utilizzarlo e sfruttarlo.

Lo strumento del quale stiamo parlando si chiama SystemUI Plugin, esso è installabile come un classico apk e permette la modifica di tanti aspetti estetici dell’interfaccia Android come i quick settings, la schermata di blocco, la barra di navigazione e molto altro. Questo strumento ridurrebbe sensibilmente il tempo speso dagli sviluppatori per personalizzare ipotetiche custom ROM o plugin dedicati alla modifica dell’interfaccia utente.

LEGGI ANCHE: cos’è Android Wellbeing e perché dovrebbe aiutarci

L’interrogativo principale riguarda i destinatari di queste nuove API: probabilmente si tratta di uno strumento dedicato all’uso interno in Google, utile agli sviluppatori per testare specifiche funzioni di personalizzazione. Al momento, appare azzardato presumere che sviluppatori di terze parti possano usarlo principalmente per questioni di sicurezza imposte da Google stessa.

Via: 9to5google