Fortnite in esclusiva per Galaxy Note 9? Samsung non ha fatto i conti con la comunità del modding (video gameplay)

Edoardo Carlo Ceretti Ecco il primo video che mostra Fortnite per Android girare in anteprima su... Galaxy S9+.

Domani sarà il grande giorno di Galaxy Note 9, l’attesissimo nuovo smartphone top di gamma firmato Samsung, che promette di essere esclusivo non solo per la dotazione hardware e per il prezzo di listino. Un altro suo fiore all’occhiello sarà il periodo di esclusiva iniziale di Fortnite per Android, che potrebbe durare fra i 30 e addirittura i 120 giorni. Ma Samsung e Epic Games riusciranno davvero a respingere coloro che tenteranno di aggirare le restrizioni?

A giudicare da quanto emerge dal forum di XDA – fucina di grandi talenti informatici nell’alveo del modding Android – sembrerebbe proprio di no. Nonostante infatti il gioco non sia stato ancora di fatto rilasciato, alcuni utenti sono già riusciti nell’impresa di installare e giocare a Fortnite su un Galaxy S9+, postando persino un video gameplay in anteprima – lo trovate alla fine di questo articolo.

LEGGI ANCHE: Fortnite: tutte le novità della v.5.2

Lo stesso poi è stato fatto su un Google Pixel 2 XL e un Essential Phone, mentre su OnePlus 6 ogni tentativo è fallito. Denominatore comune di questo risultato sono i permessi di root, che consentono ad un qualsiasi dispositivo Android di eludere i controlli preliminari che il gioco esegue all’avvio, per sincerarsi del modello di dispositivo su cui sta girando. Nonostante le restrizioni date dall’esclusiva iniziale, potrebbero dunque bastare uno smartphone (sufficientemente potente) con privilegi di root e l’apk di Fortnite per tuffarsi da subito all’avventura. Con buona pace di Samsung e il suo costosissimo Galaxy Note 9.

Via: Android AuthorityFonte: XDA Developers