Le vendite “lente” di Galaxy S9 interrompono la serie di profitti record di Samsung

Roberto Artigiani

Samsung ha appena pubblicato i risultati economici della prima metà dell’anno e, come ci si aspettava, non sono particolarmente positivi: il profitto operativo si è attestato intorno a 13,3 miliardi di dollari con ricavi per 52,1 miliardi e una diminuzione del 4% rispetto allo scorso anno.

Gli analisti lo avevano predetto a inizio mese, affermando che le performance di vendita di Galaxy S9 sarebbero state le peggiori dai tempi di Galaxy S3 (2012, ndr). La stessa Samsung ha ammesso che i risultati sono dovuti alle scarse vendite di display e smartphone, descrivendo la riuscita del suo ultimo top di gamma come “lenta”.

Anche il settore degli pannelli video non è andato particolarmente bene a causa di una domanda debole per OLED e LCD sia in termini di quantità che di prezzi. Su questo punto però l’azienda coreana si attende una ripresa nella seconda metà dell’anno anche grazie al lancio dei nuovi iPhone con schermi OLED da parte di Apple.

LEGGI ANCHE: La nuova identità grafica di Firefox

I settori in positivo invece sono sicuramente quello delle smart TV i cui modelli di fascia alta hanno venduto molto bene, complice l’evento dei mondiali di calcio. Ma la divisione che rimane la più profittevole di tutte rimane quella dei semiconduttori: la domanda di memorie flash NAND e chip DRAM non accenna a diminuire e le previsioni per il futuro sono rosee.

Chiudiamo con una curiosità, Samsung dichiara che anche le vendite dei sensori fotografici sono in netta crescita grazie ai produttori cinesi che hanno deciso di usare le fotocamere coreane nei loro smartphone.

Via: The VergeFonte: Samsung