Anche Xiaomi e Oppo avrebbero iniziato a sviluppare smartphone pieghevoli

Roberto Artigiani

Di Samsung se ne parla da tempo – chi ci segue da un po’ ricorderà la chimera Galaxy X – di Huawei è notizia recente, ma a quanto pare ora anche Xiaomi e Oppo non vogliono essere da meno. Parliamo dello sviluppo di uno smartphone dotato di schermo pieghevole. Un report dalla Corea che cita generiche fonti all’interno delle aziende, afferma che entrambi i produttori cinesi sarebbero al lavoro, indipendentemente uno dall’altro, per sviluppare soluzioni originali da commercializzare entro il 2019.

L’idea di partenza sarebbe qualcosa di simile a quanto visto con ZTE Axon M, ossia uno schermo imperniato su dei cardini, ma con un risultato più rifinito. Al posto di due schermi distinti collegati tra loro infatti si punta ad un unico display da piegare in due. Se questa è la base concettuale comune, ognuna delle due società starebbe lavorando su soluzioni diverse: Xiaomi su uno schermo che si ribalta verso l’esterno, Oppo su un display la cui parte superiore sia apribile.

LEGGI ANCHE: Ecco il nuovo Chrome per Daydream VR

Il fornitore di riferimento per i monitor pieghevoli OLED sarebbe LG, ma entrambe sarebbero pronte a sviluppare soluzioni tecnologiche in autonomia. I primi smartphone di questo tipo non arriveranno sul mercato prima del 2019 e nel caso di Xiaomi e Oppo potrebbe volerci anche qualcosa in più e scalare al 2020. In ogni caso, almeno all’inizio, si tratterà di prodotti ad alto prezzo destinati a una nicchia di consumatori. Per cui prendetevela comoda, difficilmente il prossimo telefono che metterete in tasca sarà pieghevole.

Via: Android Headlines