Google apre a tutti le librerie di supporto per Android chiamate AndroidX

Google apre a tutti le librerie di supporto per Android chiamate AndroidX
Roberto Artigiani
Roberto Artigiani

Google aveva annunciato all'ultimo I/O di maggio che le librerie di supporto per Android sarebbero state ridisegnate e ribattezzate ed è stata di parola. Così come le precedenti, le librerie AndroidX sono pensate per aiutare a mantenere la retrocompatibilità con le vecchie versioni del robottino verde e da oggi, come annunciato su Reddit, sono diventate parte dell'AOSP e quindi aperte a tutti.

Rispetto al passato, AndroidX propone una nomenclatura delle varie parti coerente e distinta che evita rischi di confusione. Inoltre ogni pacchetto individuale può ora essere aggiornato indipendentemente dal resto, rendendo le operazioni decisamente più snelle.

La natura open source delle nuove librerie AndroidX dovrebbe portare una maggiore frequenza di aggiornamento e un aumento dei contributi esterni da parte di sviluppatori terzi. Chi è interessato a saperne di più può approfondire il tema sul repository git di Google oppure può proporre direttamente cambiamenti attraverso il tool Gerrit dell'AOSP.

Commenta