Muzei salta alla versione 3.0 e porta nuove API (entrambe in alpha)

Matteo Bottin

Meizu è la nota app di Roman Murik dedicata agli sfondi, ormai presente sul Play Store dal 2014. Oltre all’app in sé, è possibile per programmatori esterni creare plugin dedicati e fonti di sfondi che si vadano ad incastrare con Muzei stessa. Ora è stato annunciato l’aggiornamento 3.0 dell’app che porta con sé anche nuove API.

Complice l’ormai “veneranda” età di Muzei, Roman ha deciso di riscrivere il codice da zero, rendendo l’app compatibile con Doze, App Standby e rispettando i Background Execution Limits. A causa di ciò, anche le API sono state riscritte.

LEGGI ANCHE: Il notch non è più un problema con l’ultimo aggiornamento di Muzei

Le nuove API coprono gran parte delle possibilità di sviluppo riguardanti i plugin di Muzei e, fortunatamente, è possibile far coesistere entrambe le versioni delle API nel codice (anzi, è consigliato farlo per migliorare la transizione).

Il lavoro dietro Muzei 3.0 è ancora lungo, ma gli sviluppatori che volessero provarla devono solamente iscriversi alla community di Google+, prender parte alla sessione di alpha e scaricare l’aggiornamento direttamente dal Play Store. Maggiori informazioni sui cambiamenti di Muzei 3.0 e delle nuove API possono essere ottenute dalla fonte a questo link.

Fonte: Medium