Addio al downgrade da MIUI 10 su Redmi Note 5 / 5 Pro: ecco le motivazioni di Xiaomi

Vincenzo Ronca

Nelle ultime ore Xiaomi ha diffuso una notizia particolarmente rilevante per i possessori di Redmi Note 5 e Redmi Note 5 Pro, i quali non potranno più effettuare il downgrade, ovvero installare una versione del sistema operativo precedente, da MIUI 10 Public 8.7.5 o versioni successive. Il provvedimento vale per entrambi i canali Stable e Beta e la pena sarebbe il brick del dispositivo.

La notizia arriva direttamente dal forum ufficiale dedicata alla MIUI, dove mediante un post dell’amministratore viene comunicato la “messa al bando” del downgrade da MIUI 10 sui due dispositivi citati, implementando la funzionalità “Rollback Protection” presentata allo scorso Google I/O.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Redmi Note 5, la recensione

In quest’ultima informazione risiede la ragione della scelta di Xiaomi, il downgrade verrebbe impedito in favore della sicurezza della privacy degli utenti. L’avvio verificato introdotto con Android Oreo 8.0 servirebbe ad impedire il riavvio del device con un firmware obsoleto non in grado di garantire la sicurezza richiesta. In questo modo verrebbe notevolmente ristretto il rischio di accesso non autorizzato ai dati personali, soprattutto nei casi di furto o smarrimento del dispositivo.

La scelta non considera, però, il lato pratico della questione relativa agli aggiornamenti software: il downgrade è molto spesso uno strumento per tornare ad usare un firmware più ottimizzato ed adatto all’uso quotidiano, principalmente nei casi in cui venga rilasciato un aggiornamento software immaturo, con bug che ne pregiudicano l’esperienza utente.

Ribadiamo che, al momento, il provvedimento riguarda soltanto i due smartphone citati e le procedure di downgrade da ROM ufficiali rilasciate da Xiaomi, non prende in considerazione custom ROM e custom recovery.

Via: Fone ArenaFonte: MIUI Forum