Il primo smartphone Android seriamente ambientalista arriva dal Portogallo (foto)

Vincenzo Ronca

Oggi vi riportiamo un interessante progetto nato in Portogallo, dall’azienda Ikimobile che ha concepito uno smartphone con la priorità di rispettare l’ambiente. La soluzione pensata dai lusitani consiste nell’utilizzo del materiale più diffuso, e riciclabile al 100%, in terra portoghese: il sughero.

I materiali solitamente utilizzati per realizzare gli smartphone ed, in generale, i dispositivi elettronici sono molto problematici per l’ambiente perché richiedono uno smaltimento estremamente lungo e complesso, il quale se non rispettato può causare un rilevante inquinamento di vario genere. Il sughero ovviamente non presenta questa problematica, esso verrebbe usato per realizzare la scocca degli smartphone, come mostrato dalle immagini in galleria.

LEGGI ANCHE: ecco a voi Pixel 3 e Pixel 3 XL

L’impatto ambientale del sughero è molto basso anche in termini di estrazione della materia prima, dato che viene prelevato dal tronco di quercia ogni 9 anni, dando all’albero il tempo di ricrescere. La proprietà del sughero conferirà al dispositivo resistenza, isolamento termico ed acustico. Inoltre, il CEO di Ikimobile Tito Cardoso, ha comunicato che l’azienda è in collaborazione con la Minho University per realizzare anche i componenti interni con materiali naturali.

Ikimobile per realizzare lo smartphone chiuderà il suo vecchio impianto in Cina per aprirne uno nuovo in Portogallo, puntando a realizzare 1,2 milioni di dispositivi all’anno. Torneremo ad aggiornarvi sull’interessante vicenda appena emergeranno maggiori dettagli sullo smartphone e sulle tempistiche di produzione.

 

Via: HD Blog