Samsung brevetta un nuovo modo per assemblare smartphone ancora più borderless

Vezio Ceniccola

Solo due giorni fa abbiamo parlato del nuovo brevetto di Huawei per la costruzione di smartphone sempre più borderless. Un progetto molto interessante, che però sembra non essere l’unico del suo genere. A rispondere alla società cinese è Samsung, anch’essa a lavoro su una nuova modalità di assembleggio che promette di ridurre al minimo le cornici dei display.

Il gigante coreano ha registrato un brevetto – disponibile a questo indirizzo – nel quale vengono messe in mostra alcune fasi di costruzione di uno smartphone, il quale presenta uno schermo davvero molto ampio. A differenza di quanto visto nel progetto Huawei, in questo caso l’assemblaggio del display viene completato per mezzo di quattro frame laterali separati, che si bloccano sulla scocca grazie ad appigli magnetici ed agganci sulle parti terminali.

Un meccanismo di questo tipo è già utilizzato per l’assemblaggio delle TV della linea Frame e potrebbe essere molto interessante se portato su smartphone, perché potrebbe permettere anche una maggiore personalizzazione della scocca, sia per quanto riguarda i materiali che i colori.

LEGGI ANCHE: Samsung ruba una funzione al suo Tizen

Per adesso, comunque, si tratta solo di un brevetto e non ci sono evidenze di un suo impiego per quanto riguarda i nuovi prodotti della società coreana. Di certo, l’impegno nella creazione di smartphone con sempre meno cornici è ormai largamente diffuso, dunque non dovrebbe mancare poi molto per l’arrivo di un vero e proprio smartphone borderless, con un rapporto screen-to-body del 100% o quasi.

Via: Phone ArenaFonte: LetsGoDigital
brevetti