5 app per… la maturità!

Nicola Ligas -

Il 20 giugno 2018 è un giorno che gli studenti italiani avranno cerchiato sul calendario da un pezzo: il giorno della maturità. Se voleste approfondire l’argomento in modo “professionale”, vi invitiamo a seguire lo speciale maturità 2018 su Studenti.it; qui sotto noi ci occuperemo invece di un piccolo ausilio che Android potrebbe darvi, ma non certo durante l’esame stesso.

Photomath

La matematica è da sempre una delle materie più odiate, ma cosa ne direste di un’app che, inquadrandole con la fotocamera, è in grado di risolvere espressioni matematiche, con tanto di istruzioni passo passo? Non è magia, e non renderà magicamente la matematica una passeggiata, ma anche solo per verificare la correttezza di un procedimento, è senz’altro un buono spunto.

Latinux

Dopo la matematica (o forse prima) nella classifica dei più odiati c’è senz’altro il latino. E allora ecco Latinux, un’app che contiene oltre 18.000 esercizi svolti, le sintesi dei maggiori autori ed ovviamente un pratico vocabolario latino-italiano e italiano-latino. Non farà le versioni al posto vostro, ma almeno vi darà una mano.

Pocket Physics

Continuiamo la sequela di “materie simpatiche” con la fisica. Non si tratta di un’app semplice questa volta, perché è anche in inglese. Si tratta però, per lo più, di formule di ogni genere, e di riassunti dei concetti chiave. Siamo quasi sicuri che di fronte alla complessità della fisica, la barriera linguistica sia un nonnulla. Se non lo fosse, passate all’app seguente per risolverla.

Duolingo

Duolingo non ha certo bisogno di presentazioni. Ormai da anni, se volete imparare una nuova lingua con Android, non solo l’inglese, quest’app è un caposaldo. Provatela, divertitevi (sì, lo scopo è anche quello) e poi fateci sapere: i suoi utenti sono così soddisfatti che la media punti è di 4,7 su 5, a fronte di oltre 100 milioni di download.

White Noise

Con White Noise non imparerete un bel nulla, ma magari vi rilasserete. Suoni naturali, rumore bianco, pioggia che cade, onde che si infrangono sul bagnasciuga. Potete combinare i suoni ed i colori che volete, e creare melodie registrando voi stessi i suoni che preferite, il tutto alla ricerca di quel perfetto mix da relax, che vi aiuti a “fissare” le cose che avete studiato durante il giorno.