A Samsung non piace lo ZTE Axon M, a giudicare da questo prototipo scartato (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

La lunga strada disseminata di insidie ed ostacoli che sta percorrendo il fantomatico smartphone pieghevole di Samsung sembra che ci condurrà dritti al MWC 2019, evento in cui il produttore coreano potrebbe presentare il più autorevole candidato a dare quella scossa al settore mobile che da tanto attendiamo. In questi anni di voci di corridoio e sviluppo sotto traccia, saranno stati tanti i vicoli ciechi imboccati da Samsung, uno di questi è recentemente emerso dall’oblio e ha un che di familiare.

 

Guardando le immagini che vi lasciamo in galleria, i più appassionati di voi coglieranno immediatamente il modello a cui somiglia uno dei tanti prototipi di smartphone pieghevoli realizzati da Samsung. Ci riferiamo ad Axon M, un particolare smartphone lanciato da ZTE verso la fine del 2017, che non ha rappresentato molto di più di un esercizio di stile finalizzato ad attirare l’attenzione nella calma piatta di un mercato in cui distinguersi è sempre più difficile.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy A6+, la recensione

Samsung aveva dunque pensato di realizzare un dispositivo dotato di due display affiancati e collegati fra loro da una cerniera che consente una chiusura a conchiglia, esattamente come Axon M. Una soluzione che non deve aver convinto il colosso coreano, che ha (saggiamente) preferito attendere il perfezionamento di tecnologie più interessanti rimandando il lancio del suo primo smartphone pieghevole. Dal design – evidentemente dell’era pre Galaxy S8 – si può far risalire il prototipo agli anni 2015 o 2016. Il 2019 invece potrebbe essere l’anno della vera svolta – ma iniziate già a mettere da parte i vostri risparmi.

Via: Phone ArenaFonte: MMDDJ (Twitter)