Google vuole mettere al sicuro le vostre notifiche con il nuovo Project Capillary

Vezio Ceniccola

Google ha lanciato di recente una nuova libreria open-source dedicata alla privacy, che va a semplificare la vita agli sviluppatori di app Android particolarmente attenti alla sicurezza. Grazie a questo nuovo set di strumenti per la programmazione, chiamato Project Capillary, è ora possibile aggiungere in modo molto più agevole la crittografia end-to-end per le notifiche push delle app, aumentando la privacy per i dati degli utenti.

Sinora era già possibile utilizzare meccanismi di crittografia per le notifiche su Android, ma era anche necessario conoscere bene la questione ed utilizzare strumenti particolari per poterci riuscire. Con Project Capillary l’azienda di Mountain View punta a rendere tutto molto più semplice, dando una mano agli sviluppatori anche in termini di supporto.

Utilizzando le funzionalità di Capillary le notifiche vengono inviate tramite una trasmissione sicura e sono tenute nascoste sulla schermata di blocco finché l’utente non sblocca il dispositivo, in modo da non far vedere ad altri il contenuto delle notifiche che arrivano sul nostro smartphone.

LEGGI ANCHE: Inbox arretra mestamente

Si tratta di un progetto pensato per un’ampia diffusione, visto che supporta la retrocompatibilità fino ad Android 4.4 KitKat. Vedremo se le speranze di Google saranno realizzate dagli sviluppatori indipendenti, che da oggi hanno uno strumento in più per aumentare la sicurezza e l’efficienza dei propri servizi.

Per maggiori informazioni su Project Capillary vi consigliamo di consultare la pagina dedicata su GitHub, che potete trovare a questo indirizzo.

Via: 9to5GoogleFonte: Google
android developers