Vivo NEX appare in video insieme ad un unicorno che fa ballare la gente (sì, davvero) (video)

Vezio Ceniccola -

Nelle scorse settimane sono spuntati molti rumor relativi al nuovo e misterioso Vivo NEX, modello molto simile al già visto Vivo Apex, ma quello scovato oggi li supera davvero tutti, sotto ogni punto di vista.

In un nuovo video comparso in rete nelle ultime ore, possiamo osservare un uomo con la maschera di un unicorno che ferma i passanti sulle strade di una città degli USA, chiedendogli di fare dei particolari balletti usando solo gesti ed espressioni del viso, con la scusa che si tratti di una moda molto in voga in Cina di questi tempi.

A questo punto vi chiederete: “cosa c’entra il nuovo smartphone di Vivo in tutto ciò?” Ed è qui che arriva il bello. Il dispositivo utilizzato per mostrare e registrare i video alle persone sembra proprio essere il nuovo NEX, come dimostrano sia la fotocamera frontale pop-up, che fuoriesce dal bordo superiore, sia lo schermo completamente borderless e senza notch.

Due indizi molto specifici, che supportano i sospetti e ci danno un’ennesima conferma su questo modello. Secondo alcune immagini diffuse nelle settimane precedenti, sul NEX potrebbe esserci anche una fotocamera frontale posta sul bordo inferiore, ma è possibile si tratti di una variante diversa, non quella vista nel video.

LEGGI ANCHE: In Cina qualcuno sta girando con Vivo Apex

Per il resto, nessuna informazione tecnica ulteriore è stata rivelata, così come non è stato confermato il nome del modello usato nel video. Quello che conta è che il nuovo smartphone a marchio Vivo esista e funzioni davvero, dunque il suo arrivo programmato per il 12 giugno dovrebbe essere ulteriormente confermato.

Se volete apprezzare le linee del possibile Vivo NEX e non disdegnate i balletti dell’uomo unicorno e dei suoi amici, trovate il video incriminato a questo indirizzo.

Aggiornamento06-06-2018 ore 14:50

Abbiamo aggiornato il contenuto dell’articolo con le nuove informazioni più recenti. Per maggiori dettagli, potete leggere questo articolo.

Ringraziamo Matteo per la segnalazione

vivo