Proprio brutto il Q1 2018 di Lenovo-Motorola: che sia da preoccuparsi?

Matteo Bottin

LenovoMotorola ha pubblicato i risultati del primo quarto del 2018, ovviamente per quanto riguarda la vendita di smartphone. Ve lo diciamo subito, i risultati sono tutt’altro che incoraggianti, e un abbassamento di vendite c’è stato.

Anche se non abbiamo i dati precisi, rispetto all’anno scorso (YoY, o Year-over-Year) l’azienda ha registrato una riduzione del 21% nelle spedizioni di smartphone, per un totale di -24% nel fatturato totale. Come e non bastasse, Lenovo-Motorola ha registrato un abbassamento dell’ASP (Average Selling Price, ovvero Prezzo Medio di Vendita), segno che probabilmente i clienti tendono ad aspettare che il prezzo si abbassi prima di acquistare un nuovo modello Motorola.

Tutto questo è risultato di una perdita di posizioni di vendita nei mercati emergenti, specialmente nella regione asiatica.  In questo periodo l’azienda è uscita dalla top 10 dei venditori locali (parliamo sempre della regione Asia Pacific), con l’1% del market share. Per comparazione, nel resto del mondo detiene il 2,7% (che è comunque il più basso mai registrato dalla compagnia).

LEGGI ANCHE: Lenovo Z5 ufficiale: che ci fa lì quel notch?

Un barlume di speranza lo si vede nel mercato americano, dove Lenovo-Motorola vende più dei 3/4 delle vendite totali. In Brasile e negli Stati Uniti, la compagnia si posiziona rispettivamente in seconda e in quinta posizione per quanto riguarda le vendite.  Negli Stati Uniti, inoltre, ha tirato un respiro di sollievo: qui, rispetto all’anno scorso, ha duplicato il numero di smartphone spediti.

Via: Strategy Analytics