Essential non chiuderà: Andy Rubin conferma il periodo difficile, ma l’azienda va avanti

Vezio Ceniccola

Dopo le voci arrivate nei giorni scorsi, Andy Rubin ha deciso di parlare chiaro e rivelare alcuni dettagli riguardo alla situazione della sua Essential. In un’email inviata ai dipendenti, già trapelata online, c’è una frase esplicita che mette subito a tacere eventuali fantasie: “non stiamo chiudendo la società“.

L’azienda fondata dal creatore di Android sta annaspando tra le acque di un mare molto pericoloso, com’è il mercato smartphone attuale, ma nonostante questo si vuole tenere a galla puntando su altri dispositivi. Rubin ha confermato la scelta di non produrre più smartphone, ma il focus potrebbe essere ora dedicato ad altri prodotti intelligenti, magari smart speaker e altri gadget IoT.

Quello che è certo è, adesso, servono soldi. I responsabili di Essential stanno già trattando con le banche e gli istituti di finanziamento per raccogliere fondi, ma è stata presa in considerazione anche l’opzione dell’acquisizione da parte di un’altra società.

LEGGI ANCHE: Essential Phone PH-1, la recensione

Come scrive lo stesso Rubin, la verità è che al momento “nessuno sa quale sia la scelta migliore per la società“. Il futuro di Essential appare, dunque, molto fosco, anche se evitare la chiusura diretta è una notizia comunque molto positiva per i dipendenti.

Via: The Information