Addio sogni di Essential Phone 2: l’azienda viene messa in vendita

Vincenzo Ronca

Essential Phone è stato uno degli smartphone che ha fatto molto parlare di sé lo scorso anno, sebbene le vendite iniziali non siano state eccezionali, l’azienda ha seguito con molta attenzione lo sviluppo software rilasciando notevoli miglioramenti. Ma chi desiderava un Essential Phone 2 rimarrà deluso, soprattutto considerando che anche l’azienda stessa potrebbe essere venduta.

Dopo aver ricevuto numerosi investimenti privati da fondi come Amazon e Redpoint Ventures, l’azienda fondata dal creatore di Android, Andy Rubin, ha condotto un’indagine di mercato relativa ad un’ipotetica cessione e sembra che stia seriamente considerando questa soluzione. Ad essere messi in vendita dovrebbero essere tutti i brevetti dell’azienda e progetti hardware passati e futuri.

LEGGI ANCHE: OnePlus 6, la recensione

Questo significa che non vedremo mai Essential Phone 2, al quale l’azienda stava lavorando concretamente e in favore del quale aveva rinunciato allo sviluppo di altri prodotti hardware. L’alternativa per l’azienda sarebbe siglare una partnership con Foxconn, in modo da avere vita più facile nello sviluppo hardware e tenere almeno una fetta del mercato smartphone.

Certamente la situazione non è semplice per Essential, la quale ha dovuto sempre fronteggiare difficoltà impreviste come le dimissioni di alcuni dipendenti a pochi mesi dalla fondazione. Torneremo ad aggiornarvi sulla vicenda appena ci saranno ulteriori sviluppi.

Via: Bloomberg