Google investe denaro (e non solo) sulle startup che sviluppano nuove funzionalità per Assistant

Vezio Ceniccola -

Se Android e i servizi di Google sono i dominatori del mercato tecnologico, molto lo si deve anche alla loro natura, che prevede grande apertura e collaborazione verso gli sviluppatori indipendenti e le piccole aziende. Proprio per questo il gigante californiano ha decido di lanciare un nuovo programma d’investimenti dedicato alle startup che sono al lavoro su nuove funzionalità per Google Assistant, in modo da offrire sostegno alla loro crescita e allo sviluppo di nuove soluzioni tecnologiche, da integrare in futuro sulle proprie piattaforme.

La visione dell’azienda di Mountain View si staglia dagli aspetti economici a quelli promozionali, mettendo al centro il sostegno professionale e la collaborazione con le startup anche dal punto di vista pratico. Ecco, in cinque punti, quali saranno le novità più interessanti del nuovo programma:

  • Investimento di capitali da parte di Google per assicurare una solidità economica alle startup
  • Consigli da parte delle figure professionali di Google, come ingegneri, sviluppatori, esperti e manager
  • Accesso in anteprima alle ultime novità dei servizi Google per le startup
  • Accesso alla piattaforma Google Cloud Platform
  • Supporto promozionale nei canali di marketing di Google

LEGGI ANCHE: Android è come il cavallo bianco di Napoleone

Sono già molte le startup che hanno preso parte a questo programma, tra le quali ci sono anche alcune aziende che hanno sviluppato interessanti funzionalità per Google Assistant, come GoMoment, Edwin, BotSociety e Pulse Labs. Per maggiori informazioni sul programma o per inviare la candidatura della propria startup, potete consultare la pagina che trovate a questo indirizzo.

Fonte: Google