Xiaomi domina in India nel primo trimestre dell’anno e si avvia ad infrangere un record di Samsung (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

Il 2017 è stato un anno da record a livello internazionale per Xiaomi, con i vertici aziendali non hanno mai nascosto che dal 2018 si aspettano risultati ancora più rosei. Un successo trainato da un’espansione sempre più globale per il produttore cinese, come dimostra l’ormai sempre più effettivo sbarco in Italia e in Spagna. Non è un segreto però che la vera miniera d’oro – ancora in potenza, per il momento – sia il mercato indiano, dove Xiaomi ha fatto registrare numeri eccezionali in questo primo trimestre del 2018.

A partire dal Q1 2015, quando la sua presenza nel paese era marginale, sono stati fatti passi da gigante. Basti pensare che all’epoca, il mercato era dominato da Samsung, che da sola possedeva un terzo (33%) delle quote. Tre anni dopo invece, è Xiaomi a guardare tutti dall’alto in basso, forte di un 31% di quote di mercato, che rappresenta il miglior dato da quel lontano trimestre iniziale del 2015 targato Samsung.

LEGGI ANCHE: Xiaomi prepara altri smartphone Android One

Come potete vedere dal grafico realizzato da Canalys – che ha condotto questa ricerca – la crescita del produttore cinese è poderosa ma soprattutto costante da quasi due anni, dunque non ci stupiremmo se già dal Q2 2018 Xiaomi prendesse ulteriormente il largo e infrangesse il record detenuto dal rivale coreano. Da notare infine come anche altri concorrenti cinesi, come Oppo e Vivo, stiano ricoprendo un ruolo tutt’altro che secondario nel sempre più florido mercato indiano. Maggiori informazioni sull’analisi di Canalys a questo link.

Fonte: Canalys
vivo