Google pensa alla vostra privacy e attiva Safe Browsing anche su WebView

Vezio Ceniccola

Ancora piccoli passi in avanti per quanto riguarda la sicurezza su Android. Google ha, infatti, deciso di allargare la sfera d’utilizzo della tecnologia Safe Browsing e di renderla attiva di default su WebView, il motore di rendering web integrato sia nel sistema operativo che nelle app di terze parti che lo supportano.

Per chi non la conoscesse, Safe Browsing è una tecnologia supportata su Google Chrome, sia mobile che desktop, che si occupa di difendere la privacy e i dati degli utenti dagli attacchi esterni, mostrando un apposito avviso quando l’utente visita siti pericolosi. Grazie all’attivazione di questo strumento su WebView, tutti i servizi che utilizzano le relative API potranno essere automaticamente protetti, senza che sia effettuata alcuna modifica da parte degli sviluppatori.

LEGGI ANCHE: Android P potrebbe ricordare il volume audio

L’attivazione predefinita di Safe Browsing sarà abilitata a partire dalla versione 66 di WebView, prevista entro la fine di aprile. Per le app che utilizzano le API livello 27 o successive, è possibile una personalizzazione più profonda di questo componente software. Se volete leggere maggiori informazioni a riguardo, potete visitare l’apposita pagina sul sito degli sviluppatori Android a questo indirizzo.

Fonte: Android Developers