Google preparerebbe la naturale evoluzione di Chromecast: un dongle con Android TV (aggiornato)

Nicola Ligas -

C’è voluto più tempo di quanto avremmo pensato, ma finalmente sembra che un nuovo Chromecast stia per concretizzarsi. Non parliamo però dell’ennesima riedizione di un format ormai collaudato, ma di un dispositivo simile nell’aspetto a quello che conosciamo, ma diverso nella sostanza; ovvero, un dongle con Android TV.

Ciò significa avere a che fare con un device totalmente indipendente, che non necessita di uno smartphone o di un PC per funzionare, ma che potrete comunque utilizzare anche allo stesso modo dei precedenti Chromecast. In più avrete però l’interfaccia di Android TV e l’accesso a tutte le app per essa ottimizzate, oltre all’immancabile Google Assistant; e scusate se è poco!

Forse è stato proprio quest’ultimo la molla che mancava a Google per la realizzazione di un dispositivo del genere, considerando che l’unico vero portabandiera di Android TV è ormai da anni la NVIDIA Shield. Questo nuovo device, avvistato presso la FCC, è Made by Google, ben riconoscibile dalla G tatuata al centro, ma a giudicare dall’aspetto e dalle specifiche dovrebbe costare almeno la metà della suddetta Shield.

LEGGI ANCHE: Tutto su OnePlus 6

Parliamo infatti di un processore Amlogic S905X accoppiato a 2 GB di RAM ed 8 GB di memoria interna. L’input è purtroppo a 2A, il che esclude la maggior parte delle porte USB presenti sulle TV, quindi dovrete usare l’alimentatore in dotazione. Il processore è però pienamente capace di riprodurre contenuti in 4K, anche HDR. Si tratta infatti dello stesso impiegato sulla Xiaomi Mi Box 3, che abbiamo recensito a suo tempo, e che in linea di massima si comporta bene sia nello streaming che con i contenuti locali.

Ci aspettiamo infatti la piena certificazione Netflix, in modo da poter godere dei suoi contenuti alla massima risoluzione, e poi ci sarà anche Google Assistant, raggiungibile tramite il telecomando in dotazione, dotato sia di microfono che di pulsante dedicato per l’assistente. Un dongle votato in pieno allo streaming ed alla fruizione dei servizi Google insomma, piuttosto che una console tuttofare come la Shield.

Ultimo elemento positivo: Android TV è aggiornato alla versione Oreo, che ancora non abbiamo potuto vedere sul box NVIDIA, a causa di alcuni problemi di compatibilità con le app, che speriamo però siano risolti a breve.

Non abbiamo indicazioni precise circa il lancio di questo interessante dongle, ma il Google I/O del prossimo mese sembra un’ottimo trampolino. Di seguito vi lasciamo alcune immagini immortalate dall’FCC, mentre a questo link potete scaricare il PDF del suo manuale, che conferma quanto appena riportato.

Nota a margine: il dongle in questione è stato registrato presso l’FCC da Seirobotics, non direttamente da Google. Considerando che difficilmente un produttore cinese potrebbe usare il logo BigG ed Assistant impunemente (oltre al fatto che non dovrebbe curarsi nemmeno troppo dell’FCC), forse si tratta solo dell’azienda che lo ha realizzato per conto di Google. Resta comunque sempre possibile l’ipotesi “clone“, quindi terremo d’occhio la situazione e vi aggiorneremo in merito qualora ci fossero novità, anche perché, se si trattasse davvero di un falso, con tutto il tam tam suscitato è difficile che Google non se ne accorga.

Aggiornamento12/04/2018 ore 9:10

Plot twist! Come osservato da Android Police, le immagini che abbiamo riportato qui sopra sono state rimosse dall’FCC. L’unica rimasta mostra solo il retro del dispositivo, dove non c’è la G di Google presente sul davanti. Inoltre è stata aggiunta anche una richiesta di riservatezza valida per 180 giorni (valore piuttosto standard). Stai a vedere che questo è davvero un Google device…

Via: RedditFonte: FCC