Problemi al multi-toch su Pixel 2 con Oreo 8.1? XDA vi dà la soluzione (con root) (aggiornato: fix ufficiale a giugno)

Vezio Ceniccola -

Dopo l’aggiornamento ad Android 8.1 Oreo, alcuni utenti avevano lamentato problemi al multi-toch del display dei Google Pixel 2 ma, nonostante l’azienda di Mountain View sia da tempo a conoscenza del problema, sinora non è ancora stato rilasciato un fix ufficiale. Per questo la community ha dovuto ingegnarsi da sola ed ha tirato fuori un metodo per sistemare il problema.

Per chi non ne fosse a conoscenza, il bug è relativo ad un errato riconoscimento dei tocchi sullo schermo. Com’è possibile vedere nei video a fine articolo, quando si utilizzano due dita sul display dei Pixel 2 ci sono piccoli “tocchi fantasma” ad intermittenza, che rendono l’esperienza utente abbastanza frustrante.

Purtroppo, per porre rimedio a tale problema bisognerà ricorrere al modding. Il metodo risolutivo proposto dalla community XDA prevede l’utilizzo di un modulo Magisk, dunque per poterlo usare dovrete avere uno smartphone con bootloader sbloccato e permessi di root abilitati.

LEGGI ANCHE: Google Pixel 2 XL, la recensione

Essendo una procedura semplice ma abbastanza invasiva per quanto riguarda la parte software del sistema, consigliamo di utilizzarla solo per gli utenti esperti di modding. Per maggiori dettagli e per scaricare tutti i file necessari, potete fare riferimento alla guida su XDA che trovate a questo indirizzo.

Aggiornamento11/04/2018 ore 09:25

Il bug in questione è stato risolto, almeno a livello di codice AOSP, e questo commit lo testimonia. Il problema è che tale fix non arriverà con le patch di maggio, probabilmente perché queste ultime sono in realtà già state chiuse (in pratica le patch del mese in corso sono in realtà quelle del mese antecedente), quindi dovremo aspettare fino a giugno.

La lunga attesa è un peccato, ma almeno sappiamo che una soluzione ufficiale arriverà. Nel frattempo, se aveste i permessi di root ed il problema vi infastidisse, potete seguire i consigli riportati qui sopra.

Via: XDA Developers (1), (2)