Google starebbe lavorando per velocizzare la diffusione delle patch di sicurezza (foto)

Roberto Artigiani

Mantenere un dispositivo aggiornato contro le ultime minacce in termini di sicurezza informatica è un compito infinito e che richiede impegno costante. Per questo motivo Google pubblica ogni mese un bollettino di sicurezza per informare tutti i produttori in modo che possano creare delle patch per i propri dispositivi. Nonostante gli sforzi però la situazione continua a essere problematica e molto frammentata (come del resto la distribuzione di Android stesso).

LEGGI ANCHE:  Android vs. Apple nei test di sicurezza

Per questo Google starebbe al lavoro per separare le patch di sicurezza del framework da quelle del produttore (e forse anche distinguere tra il livello di sicurezza del kernel da quello del bootloader). Dividit et impera. Come già fatto per Project Treble la soluzione potrebbe essere nello scorporare i vari livelli su cui lavorare.

I colleghi di XDA hanno rintracciato nell’AOSP tracce di un commit da parte degli ingegneri di Google, ma in assenza di dichiarazioni ufficiali non è possibile dire se le intenzioni siano di portare chiarezza sullo stato di protezione dei dispositivi o di avere una maggiore facilità e velocità nel diffondere gli aggiornamenti contro le vulnerabilità. Se volete dare un’occhiata alle schermate con i dettagli potete trovarle nella galleria qui sotto.

Via: XDA Developers
AOSP