LG G7: ecco una carrellata di funzionalità in arrivo!

Matteo Bottin - E pare che questi dettagli arrivino direttamente da una documentazione, quindi sono praticamente certi!

Il 2 maggio LG svelerà finalmente il suo prossimo top di gamma LG G7 ThinQ. Abbiamo visto più di una volta il notch, ma ci siamo soffermati poco su cosa ci sarà “all’interno” dello smartphone. Questa fonte “verificata” di AndroidHeadlines vuole però svelarci anche questa parte mancante.

Notch

Iniziamo da quello che sappiamo già: il notch ci sarà. Pare però che LG sia consapevole che non a tutti piace questa caratteristica, quindi permetterà, a chi lo vorrà, di “nasconderlo“. Ovviamente per farlo la parte superiore diventerà “nera”, in modo tale che il display diventi completamente rettangolare.

LEGGI ANCHE: Questi saranno i tanti colori del nuovo LG G7 ThinQ

Il suffisso “ThinQ” non è stato messo lì a caso: al “cuore” di G7 ci sarà l’intelligenza artificiale di LG, chiamata appunto ThinQ. Questa andrà “oltre la previsione contestuale”, in quanto verrà integrata all’interno di altri elementi di G7, come la fotocamera.

Fotocamera

Parlando di fotocamera, LG la chiamerà “AI Cam“, in quanto lo smartphone permetterà di migliorare ed analizzare le foto scattate: AI Cam offrirà “filtri avanzati”, aggiusterà automaticamente l’esposizione e suggerirà quando passare all’obiettivo grandangolare. Questo sarà basato su un riconoscimento avanzato di soggetti inquadrati (persone, animali, paesaggi e così via), sfruttando anche le capacità di Google Lens.

Non è finita qui, perché la fotocamera sarà dotata di “superpixel“, termine che LG utilizzerà per promuovere l’abilità di G7 ThinQ di scattare buone foto in condizioni di pessima luce tramite la modalità “Bright Mode“. Questa (sempre sfruttando la IA) capirà automaticamente quando la scena è scura per “unire” più pixel insieme per formare un superpixel. Secondo LG, questo permetterà a LG G7 ThinQ di scattare foto migliori di G6, V30 e V30+. Non solo, ma le foto scattate saranno quattro volte più luminose di quelle scattate da G6 e V30.

Abbiamo parlato di “fotocamera”, ma in realtà i sensori sul retro saranno due, entrambi da 16 MP. Come già visto, una delle due sarà “standard” (con apertura f/1.6), mentre l’altra avrà un modulo grandangolare con un campo visivo di 107°. Il telefono sarà compatibile con lo standard HDR10, quindi non solo sarà in grado di registrare elementi in 10-bit HDR, ma anche di riprodurli.

Sulla parte software, la fotocamera avrà qualche aggiunta: potranno essere utilizzati sticker 2D e 3D, ci sarà la nuova versione di Graphy 2.0 e anche “Live Photo” per poter scattare qualche foto aggiuntiva prima e dopo la foto “principale”. Sia sulle fotocamere posteriori che su quella anteriore troveremo la Portrait Mode, per poter applicare un effetto blur alle foto prima e dopo essere state scattate.

Display

Il display di LG G7 ThinQ sarà super luminoso: LG ha infatti incluso molti più pixel bianchi all’interno del display, permettendo allo schermo di essere due volte più luminoso di G6 e significativamente più “colorful“. Tutto ciò non si tradurrà in consumi maggiori, grazie all’utilizzo della tecnologia M+ che si può trovare nelle nuove TV di LG.

Suono

LG G7 ThinQ sarà equipaggiato con qualcosa chiamata “Boombox Speaker“. Sul livello tecnico, lo smartphone sarà capace di creare una specie di camera di risonanza che permette di migliorare sensibilmente il suono. Non solo, ma lo speaker in sé sarà anche più grande di quello visto su LG G6. Giusto perché lo sappiate: LG G7 è fatto per ascoltare i bassi.

Parlando di registrazione audio, G7 sarà dotato di riconoscimento vocale far-field. Questo permetterà allo smartphone di sentirci da distanze maggiori rispetto al normale e poter utilizzare gli assistenti vocali (secondo l’azienda 17 piedi, ovvero 5,18 m).

Assistente vocale

Nonostante l’utilizzo di ThinQ, G7 sarà dotato di Google Assistant. Questo è dato dal fatto che LG ha stipulato un accordo con Google per includere “azioni esclusive di LG per dispositivi specifici”, che, secondo la fonte, sono 32 in totale. Alcuni esempi possono essere l’esecuzione di una “ricerca visuale” e un “selfie grandangoalre”.

Questa è una enorme carrellata di informazioni riguardo LG G7. Non vediamo l’ora che arrivi il 2 maggio per sapere se effettivamente tutte queste informazioni si riveleranno vere. Che ne pensate?

Fonte: AndroidHeadlines