Finalmente potete usare Telegram X come si deve! (foto)

Edoardo Carlo Ceretti - Dopo l'ultimo aggiornamento, che ha introdotto diverse novità (inedite e non), le notifiche hanno iniziato a funzionare senza intoppi.

L’aggiornamento di marzo di Telegram X, rilasciato pochi giorni fa, ha introdotto tantissime novità per il client alternativo del noto servizio di messaggistica, alcune delle quali già da tempo presenti sull’app tradizionale, altre invece ancora del tutto inedite ed interessanti. Ma soprattutto, ha finalmente risolto il problema delle notifiche, che nel recente passato creava grattacapi tali da non rendere davvero utilizzabile l’app.

Il multi account ad esempio non è di certo una novità assoluta, ma da ora è disponibile anche su Telegram X. È inoltre possibile tenere premuto su uno degli account per avere un’anteprima delle chat relative, oppure per riordinare la lista degli account. Piccole novità anche per i temi di Telegram X, che ora include anche il tema classico, oltre ad altri sulle tonalità di rosso, arancione, verde, rosa e blu. Ora si può anche disattivare il Blubble Mode nei canali, consentendo così una più ampia visualizzazione dell’anteprima delle immagini.

LEGGI ANCHE: Google Pixel 2 contro iPhone X e OnePlus 5T, nel nostro confronto fotografico 

Un’altra aggiunta non inedita riguarda la condivisione della posizione sulla mappa, anche in tempo reale, che ora supporta anche la modalità notturna automatica, un pulsante dedicato alle direzioni e la distanza fra i vari contatti. Un’interessante novità riguarda invece l’anteprima delle immagini e degli adesivi inviati in chat direttamente nella notifica espansa di Telegram X.

Altri nuovi arrivi sono rappresentati dalla possibilità di applicare un colore di pelle predefinito per tutte le emoticon mantenendo premuto su una di esse, di riordinare le chat con una pressione prolungata e di visualizzare l’immagine profilo di un contatto sempre tenendo premuto su di essa, senza passare dalle informazioni complete. Potete consultare tutte le novità, anche quelle minori che non abbiamo menzionato, direttamente nel post ufficiale relativo all’aggiornamento.

Fonte: Telegram X