Ora il Play Store vi informa anche sulla data del primo rilascio delle app (foto)

Edoardo Carlo Ceretti Facebook e Maps, non vi facevamo così anziane!

L’ultimo silenzioso aggiornamento del Play Store su Android ha introdotto una piccola chicca, che per molti passerà totalmente inosservata, ma che agli amanti di dettagli, curiosità e statistiche farà molto piacere: l’informazione sulla data del primissimo rilascio sul Play Store di ciascuna app presente in catalogo.

A più di uno di voi potrebbe essere capitato di domandarsi – più per pura curiosità, che per una reale motivazione pratica – quando un’app tanto apprezzata (oppure detestata) avesse esordito sullo store di app di Android, per ripercorrerne idealmente le tappe del suo sviluppo. Fino a questo momento era necessario affidarsi alla propria memoria, oppure a store di terze parti, mentre ora basterà recarsi nelle informazioni di un’app sul Play Store.

LEGGI ANCHE: Il Play Store web si rifà il look

WhatsApp ad esempio, un servizio ormai irrinunciabile per milioni di utenti italiani, debuttò il 18 ottobre del 2010, mentre il suo acerrimo rivale Telegram arrivò molto tempo dopo, il 6 settembre 2013. Instagram, dopo un periodo di esclusiva su iOS, sbarcò su Android il 3 aprile 2012, mentre Gmail – dapprima app integrata nel sistema operativo – venne pubblicata il 21 settembre 2010.

Le più antiche per distacco però sono senza dubbio Facebook e Google Maps, approdate sul Play Store addirittura il 31 dicembre 1969, pochi mesi dopo il primo allunaggio! Ovviamente scherziamo, si tratta soltanto di un bug di gioventù di questa nuovo piccolo accorgimento del Play Store.