L’ultima beta dell’app Google nasconde una sfilza di novità (apk download)

Roberto Artigiani

La beta dell’app di Google ha raggiunto la versione 7.24.29 ed è disponibile al download già da qualche giorno. Come spesso avviene, a guardare il changelog le novità non sembrano molte. Se invece si scava nel codice ci sono una lunga serie di lavori in corso che come vi ricordiamo sempre potrebbero diventare realtà presto o tardi o potrebbero non vedere mai la luce del sole.

Riassumendo l’analisi dell’APK oltre ai risultati flottanti delle partite, di cui vi avevamo già parlato, ci sono degli effetti visivi per la barra di ricerca di Google, varie funzioni per i Pixel Buds, regolazioni del termostato smart e un misterioso nuovo progetto chiamato “Valyrian”. Ma vediamo i dettagli.

Se usate la tastiera Gboard avrete recentemente notato sulla sinistra la presenza, a volte piuttosto distraente, dell’animazione della barra di ricerca di Google. Ci sono possibilità che diventi ancora più distraente mostrando anche i doodle, anche se ci sono tracce di possibili opzioni di controllo. Non è chiaro se questo ritocco estetico potrebbe essere un dettaglio esclusivo per i Pixel.

LEGGI ANCHE: Il calendario eventi del Google I/O 2018

Sono apparse nuove stringhe di codice che riguardano un inedito termostato. Non abbiamo notizia che BigG stia lavorando a un simile strumento smart, per cui potrebbe trattarsi della possibilità che ai comandi vocali per Assistant attualmente esistenti, vengano affiancate delle schede per la gestione della temperatura tramite l’app di Google.

Si torna a parlare delle routine. Se avete seguito i recenti sviluppi, dovreste sapere che per ora ci sono solamente 6 possibili azioni predefinite che possono essere affinate, ma non si possono creare serie personalizzate di eventi. Questa situazione potrebbe cambiare presto e ci sono indizi della costruzione di un’interfaccia per la creazione di nuove routine. Ci sarà una lista di azioni predefinite tra cui scegliere che probabilmente verrà aggiornata frequentemente e sarà possibile impostare un suono quando una catena di azioni è stata completata.

Per quanto riguarda i Pixel Buds, le cuffie in-ear wireless, è stata scovata la possibilità di personalizzare l’azione collegata al doppio tocco: notifiche da Assistant o salta alla prossima traccia. Mentre continuano le tracce del triplo tocco per mandarle in stand-by.

Una piccola novità che potrebbe risultare più interessante tra le altre è l’introduzione della possibilità da parte di un Instant App di comandare l’esecuzione di una ricerca o di altre azioni tramite l’app di Google.

Passando a temi di cui ci sono meno dettagli e su cui il codice è più sibillino sono emersi riferimenti a “Google Public” (forse qualcosa che riguarda la raccolta dati da parte di enti accademici o istituzionali?), “chat di gruppo” e ulteriori citazioni di Quartz, il progetto che circola da un po’ dietro le quinte.

Proprio in relazione a Quartz e alla prossima rivoluzione dei display smart, ci sono esempi di oggetti che possono essere acquistati tramite comando vocale e la possibilità di condensare o allargare con un comando liste di ingredienti in una ricetta.

Chiudiamo questo lungo post, con “Valyrian”. Il misterioso nome in codice appare diffusamente come testo nella UI quando si fa riferimento ad azioni immersive come mettere la chat con Google Assistant a tutto schermo. Il resto dei riferimenti sono poco chiari, ma probabilmente ne sapremo di più durante il prossimo I/O.

Download Google App beta v7.24.29 – APK Mirror

Via: Android Police