Tante immagini della famiglia Huawei P20, oltre al notch c’è di più: la colorazione Twilight (foto)

Vincenzo Ronca -

Le informazioni riguardanti la famiglia di nuovi device che sta per presentare Huawei il prossimo 27 marzo si succedono ininterrottamente da giorni, oggi possiamo fornirvi nuove immagini ed informazioni relative ai presunti componenti della gamma P20.

Iniziamo ribadendo e confermando che tutti e tre gli smartphone dovrebbero avere il tanto discusso notch. Per quanto riguarda il prossimo Huawei P20 Pro (nome in codice Charlotte), le informazioni che ci sono giunte oggi indicano un display OLED con rapporto di forma 19:9 e risoluzione 1080 x 2240 pixel.

Dovremmo anche vedere la tanto attesa tripla fotocamera su P20 Pro e P20, delle quali una dovrebbe avere il sensore esclusivamente per il bianco e nero. L’apertura focale dovrebbe essere f/1.6 e f/2.4 per P20 Pro e f/1.6 per P20 e dalle immagini possiamo osservare come la variante Pro potrebbe presentare un teleobiettivo con ingrandimento di quasi 3 volte.

LEGGI ANCHE: tutte le offerte Amazon

Entrambi i modelli di punta dovrebbero integrare il SoC Kirin 970 ed autofocus laser. Inoltre, l’ultima immagine in galleria, ci suggerisce che il più piccolo P20 Lite dovrebbe presentare un solo slot con due alloggiamenti nei quali inserire due SIM oppure una SIM e la microSD. Le batterie integrate dovrebbero essere da 3.400 mAh per P20 e 4.000 mAh per P20 Pro.

Dalla ricca galleria potete osservare anche le possibili colorazioni in cui verranno presentati i tre device: il nero li accomuna tutti, poi vediamo una tonalità di blu per P20 e P20 Pro, una in oro rosa per P20 e rosa per P20 Lite. Inoltre, P20 Lite dovrebbe essere presentato anche in blu più chiaro ma la vera sorpresa è il Twilight di P20 Pro, una doppia tonalità tra il rosa ed il viola.

I prezzi presunti di lancio ipotizzati da Roland Quandt confermano le informazioni che vi abbiamo già riportato: 369€ per P20 Lite, 679€ per P20 e 899€ per P20 Pro. Ribadiamo a prendere questi prezzi come un riferimento per la soglia minima e tutte le informazioni riportate con le dovute cautele. Vi rinnoviamo l’appuntamento alla presentazioni di Parigi del 27 marzo per scoprire finalmente tutti i dettagli.

Via: WinFuture