iFixit ha smontato Galaxy S9 e S9+: molte componenti modulari, ma il vetro curvo complica le riparazioni (aggiornato)

Edoardo Carlo Ceretti

Come da tradizione, a ridosso del lancio sul mercato del nuovo smartphone di punta di Samsung, iFixit ha voluto diffondere il suo autorevole parere sul grado di riparabilità da parte degli utenti che in futuro vorranno (o dovranno) cimentarsi. Luci e ombre per il nuovo Galaxy S9, che da un lato viene incontro agli utenti, dall’altro complica tremendamente loro la vita.

Una volta sollevato il coperchio posteriore, Galaxy S9 mostra infatti una curatissima disposizione delle componenti interne, la maggior parte delle quali di natura modulare e dunque sostituibili in modo indipendente, consentendo agli utenti di sostituire soltanto il pezzo che lo necessita. Uno dei più frequentemente sostituiti però, ovvero la batteria, è ancorata alla scocca per mezzo di una dose forse eccessiva di adesivo e colla, che rischia di creare qualche grattacapo di troppo.

LEGGI ANCHE: Galaxy S9, la recensione

Questo bilancio parziale comunque più che positivo viene completamente ribaltato proprio dalla scelta di Samsung di ricoprire di vetro quasi l’intera superficie esterna di S9. Si tratta infatti di un materiale tanto piacevole quanto fragile, che rischia di tramutarsi nel peggiore degli incubi del riparatore fai da te. In particolare, il vetro curvo del display è estremamente difficile da trattare senza essere mandato in frantumi. Alla luce di questi pro e contro, iFixit ha deciso di valutare il grado di riparabilità di Galaxy S9 con il punteggio di 4 su 10.

Aggiornamento12/03/2018 ore 17:10

iFixit ha messo alla prova anche il fratello maggiore Galaxy S9+ che, come era facile attendersi, presenta una costruzione del tutto simile e dunque annovera gli stessi pregi e gli stessi difetti in termini di riparabilità fai da te. Il punteggio rimane quindi lo stesso: 4 su 10.

Fonte: iFixit (1), (2)