Galaxy Note 9 non avrà il lettore impronte sotto al display, dice KGI

Vezio Ceniccola

Ming-Chi Kuo di KGI Securities non è solo uno dei più noti e prolifici analisti esperti del mondo Apple, ma sembra la sappia lunga anche sui nuovi smartphone a marchio Samsung. Dalle sue ultime rivelazioni, scopriamo infatti che il nuovo Galaxy Note 9 non dovrebbe presentare il famigerato lettore per le impronte digitali sotto al vetro del display, come si era invece favoleggiato nei mesi precedenti.

Secondo l’analista, ci sarebbero ancora troppe “difficoltà tecniche” per implementare una tecnologia di questo tipo in un dispositivo così importante, cosa che avrebbe fatto desistere l’azienda coreana dalla sua adozione.

Oltre ai problemi di compatibilità con le pellicole per il display, il motivo più importante per la bocciatura è che la tecnologia soffrirebbe ancora di un tasso di affidabilità non sufficiente, o almeno non secondo Samsung, che attenderà probabilmente maggiori sviluppi nei prossimi mesi.

LEGGI ANCHE: Galaxy Note 9 dovrebbe avere display 18,5:9

Abbiamo già visto come il lettore impronte sotto al display sia già stato implementato da Vivo nel nuovo X20 UD, ma a quanto pare questo dispositivo sarà uno dei pochissimi ad utilizzarlo nei prossimi mesi. La rivoluzione del sensore nel display pare, dunque, rimandata al 2019, quando ormai tutto dovrebbe essere pronto e la tecnologia dovrebbe avere la giusta maturità per un’integrazione su larga scala.

Via: 9to5Google