Questi potrebbero essere i futuri smartphone che ha in cantiere Huawei (foto)

Vincenzo Ronca

La presentazione del 27 marzo di Huawei P20 si avvicina, e mentre sappiamo quasi tutto sul suo conto, si infoltiscono le voci sui prossimi device che l’azienda cinese ha in mente.

Huawei Mate 20 e Mate 20 Pro

Iniziamo con la famiglia Mate che, stando a voci provenienti dalla Cina, dovrebbe fare lo stesso nel nome fatto dalla famiglia Huawei P. Entrambi dovrebbero arrivare con SoC Kirin 980, display da 5,9 pollici (risoluzione 2K) per Mate 20 e 6 pollici per Mate 20 Pro. Stando sempre a queste indiscrezioni, dovrebbero arrivare nelle varianti 4/6 GB di RAM, 64/128 GB di memoria interna oltre ad un’ipotetica Porsche edition per la variante Pro.

Si dovrebbero somigliare anche per il comparto fotografico con una doppia fotocamera posteriore da 12 + 20 MP e singola anteriore da 8 MP. Si parla di un lancio previsto per ottobre 2018 e prezzi che vanno da 3899 yen (500€) per il Mate 20 con 4 GB di RAM fino a 5399 yen (692€) per la variante Pro con 6 GB di RAM.

Huawei Nova 3 e Nova 3S

La terza generazione di Huawei Nova, stando alle voci pervenute dalla Cina, dovrebbe arrivare dopo maggio con significativi cambiamenti rispetto alla seconda: SoC Kirin 960, display da 6 pollici, e dovrebbe arrivare sul mercato nelle varianti 4 GB di RAM + 64 GB di memoria interna e 6 GB di RAM + 128 GB di memoria interna.

Huawei Nova 3 dovrebbe integrare una quad-camera, 2 fotocamere posteriori e 2 anteriori. Si parla di un prezzo di lancio che parte da 2699 yen (346€) per la variante base fino a 3399 yen (436€).

Per quanto riguarda Huawei Nova 3S, sembra che arriverĂ  a dicembre 2018 con le stesse specifiche hardware di Nova 3 ma un display a maggior risoluzione ed un SoC Kirin 970.

Huawei Enjoy 8, Enjoy 8 Plus e Enjoy 8S

La famiglia Enjoy è quella che dovrebbe essere lanciata nel prossimo aprile, per Enjoy 8 le indiscrezioni dalla Cina parlano di: SoC Kirin 670, display da 5,5 pollici, 2/3 GB di RAM e 16/32 GB di memoria interna, fotocamera posteriore da 12 MP e anteriore da 8 MP. Prezzi che partono da 899 yen (115€) fino a 1099 yen (141€).

Per Enjoy 8 Plus si parla di display da 6 pollici, SoC Kirin 670, 4 GB di RAM, 64 GB di memoria interna, doppia fotocamera posteriore da 13 MP + 2 MP e anteriore da 8 MP. I prezzi che partono da 1499 yen (192€) e arrivano a 1999 yen (256€).

Enjoy 8S dovrebbe essere molto simile a Enjoy 8 Plus se non per il display piĂą piccolo, previsto da 5,7 pollici.

Honor 10 e Honor 10 Lite

Il prossimo Honor 10 dovrebbe essere lanciato a giugno con SoC Kirin 970, display da 5,7 pollici, nelle varianti da 4/6 GB di RAM e 64/128 GB di memoria interna. Stando alle indiscrezioni che vi abbiamo riportato, la fotocamera posteriore dovrebbe essere doppia da 20 MP + 12 MP e quella anteriore singola da 8 MP. Il prezzo dovrebbe partire da 2699 yen (346€) ed arrivare a 2999 yen (384€).

La variante 10 Lite dovrebbe arrivare 6 mesi piĂą tardi con SoC Kirin 670, 3 o 4 GB di RAM e doppia fotocamera su entrambi i lati.

Honor V10 Play e V11

Honor dovrebbe lanciare anche una variante Play del suo V10 a novembre prossimo, sostanzialmente dovrebbe essere molto simile al Honor 10 Lite del quale vi abbiamo parlato sopra.

Per Honor V11 invece la scheda tecnica dovrebbe essere: display da 6 pollici con risoluzione 2K, Kirin 970, 6 GB di RAM, 128 GB di memoria interna, doppia fotocamera posteriore da 12 MP e singola anteriore da 8 MP; il tutto ad un prezzo massimo di 3699 yen (475€).

Huawei Mate X

Mate X potrebbe non essere semplicemente un nome in codice dato ad un prossimo device: sembra che questo dispositivo, identificato dalla sigla NEO-AL00, sia presente sul sito dell’ente delle certificazioni cinese TEENA.

Le specifiche relative al device in questione sono: SoC Kirin 970, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna.

Come di consueto, ci teniamo a sottolineare che le informazioni di cui vi abbiamo parlato non provengono assolutamente da canali ufficiali, quindi vi esortiamo a considerarle con le dovute cautele. Vi terremo aggiornati sui prossimi sviluppi, sulle ipotetiche disponibilitĂ  nei vari mercati e sui prezzi di commercializzazione.

Via: Gizmochina (1), Gizmochina (2)Fonte: ITHome (1), ITHome (2)