Finalmente spediti i primi 1.000 Superbook, ve li ricordate ancora, vero?

Roberto Artigiani Vari problemi hanno rallentato la produzione ma le spedizioni sono iniziate (almeno per chi è tra i primi backer).

C’era una volta un progetto lanciato su Kickstarter che aveva raccolto grosse cifre in tempi record. Il progetto voleva produrre un laptop “vuoto” che si animava al collegamento di uno smartphone Android. La campagna fu uno dei maggiori successi dell’estate del 2016, ma il lancio previsto per febbraio dello scorso anno è stato rimandato. Fino a oggi.

Con un post sulla pagina di Kickstarter è lo stesso Andrew Jiang a dare la buona notizia: i primi 1.000 Superbook sono stati spediti in America. Per l’Europa invece ci sarà da attendere ancora un paio di mesi. Già a fine 2016 vi avevamo dato notizia dello slittamento a giugno, poi non c’erano più state notizie. Ora ci viene spiegato che una serie di problematiche hanno rallentato la produzione tra cui l’incarcerazione di uno dei distributori e la consegna di una grossa partita di chip errati.

LEGGI ANCHE: Openbook è l’ennesimo crowdfunding sulla scia di Superbook

Ciò significa che i Superbook non avranno chip HDCP per cui non sarà possibile usarli come secondo monitor per Mac o Windows per vedere contenuti protetti. Niente Netflix o Hulu (per chi fosse interessato), anche se non ci dovrebbero essere problemi per YouTube o Vimeo. Il team ha comunque promesso un workaround di qualche tipo.

Per chi volesse acquistare un Superbook c’è una “vendita flash” che prevede uno sconto di 25$ fino al 6 marzo. Per i dettagli di spedizione e per la timeline potete consultare direttamente la pagina su Kickstarter nel link qui sotto.

Fonte: KickStarter