Vivo Apex è lo smartphone che ancora non avete immaginato (foto e video)

Vincenzo Ronca

Tra le tante novità del Mobile World Congress non vorremmo che passasse inosservato l’ultimo progetto di Vivo, l’azienda che al CES ha presentato il primo smartphone con lettore di impronte integrato nel display: si tratta di un device senza alcun bordo ed un sensore d’impronte integrato nel display molto più ampio.

Il dispositivo si chiama Vivo Apex e per ora è soltanto un prototipo, l’azienda lo descrive come “lo smartphone con lettore d’impronte digitali integrato in metà dello schermo”: in realtà, possiamo dire in circa un terzo della superficie dello schermo (come potete osservare dall’immagine in galleria).

LEGGI ANCHE: anteprima di Nokia 8 Scirocco

Il vantaggio di avere un sensore più ampio è enorme secondo Vivo, non servirà più porre attenzione nello sblocco del device. Non ci viene specificato se lo speciale pannello per lo scanner è realizzato sempre da Synaptics, ma funziona secondo lo stesso principio.

Essendo totalmente borderless, Vivo ha dovuto pensare anche a dove posizionare la fotocamera e lo speaker audio: come vedete dalle immagini, la prima sarà nascosta dietro lo schermo ed all’occorrenza salirà per essere pronta in 0,8 secondi; lo speaker audio non ci sarà e la conduzione del suono sarà affidata alla vibrazione dello schermo di tutto il device.

Non abbiamo informazioni su quando verrà concretamente realizzato Vivo Apex, l’azienda in questo MWC aveva solo intenzione di stupirci e non possiamo dire che non ci sia riuscita.

Via: The Verge
MWC 2018vivo