Che ne direste se fosse il vostro Huawei Mate 10 Pro a guidare la vostra auto? (foto e video)

Matteo Bottin -

Le auto a guida autonoma stanno facendo sempre più passi da gigante nello sviluppo, ma Huawei vuole dire la sua grazie a un suo nuovo progetto chiamato RoadReader. Per farlo, ha modificato una Porsche Panamera in modo tale che riesca a vedere e capire tutto ciò che la circonda.

Com’è possibile e cosa c’è di nuovo in questa vettura? L’acquisizione delle immagini avviene tramite delle telecamere poste sulla vettura, ma l’elaborazione dei dati e l’eventuale calcolo delle manovre da adottare per evitare l’ostacolo è lasciato completamente ad un Mate 10 Pro.

LEGGI ANCHE: Tutto su Mate 10 Pro

Sappiamo infatti come questo smartphone sia dotato di intelligenza artificiale grazie al suo processore Kirin 970, e Huawei vuole proprio sfruttare questa capacità per capire, in caso di necessità, qual’è l’ostacolo che si pone davanti all’auto e come fare per non colpirlo. Si può quindi evitare di equipaggiare il veicolo con processori particolari e sfruttare unicamente quello posto nel dispositivo.

L’azienda assicura che lo smartphone può già riconoscere oltre 1.000 diversi tipi di oggetti (come palle, biciclette o animali) e che può competere con le soluzioni già presenti in commercio. Per avere altre informazioni dovremo solamente attendere il MWC di Barcellona, dove Huawei mostrerà le capacità del progetto RoadReader nelle giornate del 26 e 27 febbraio.