Distribuzione Android febbraio 2018: dopo quasi un anno e mezzo, Nougat diventa il più diffuso

Nicola Ligas E Oreo supera il suo primo punto percentuale. Urrà!

È un mese importante quello che stiamo vivendo, perché sancisce due passaggi a loro modo epocali. Da una parte Nougat diventa la versione di Android più diffusa. Dall’altra Oreo supera il fatidico 1%. Questo è un modo di vedere il bicchiere mezzo pieno.

Andando però a guardare meglio i dati, ci accorgiamo che la maggioranza relativa di Nougat è un 28,5%, ottenuto dopo quasi un anno e mezzo di vita. Oreo invece, a quasi 6 mesi dalla presentazione, è appena all’1,1%. Ma non preoccupatevi: lo scorso anno di questo periodo Nougat era all’1,2%, quindi c’è speranza.

LEGGI ANCHE: Google Pixel 2: tutto quello che c’è da sapere

Marshmallow è comunque molto vicino alla prima posizione, con un 28,1%, seguito da Lollipop al 24,6%. Trovate tutti i dati qui sotto, ma è chiaro che la frammentazione è un problema così radicato in Android, che la sua soluzione appare molto difficile. Magari ne riparleremo tra un anno, quando gli smartphone con Project Treble saranno molti di più, ma raggiungere la rapidità della concorrenza nella velocità di distribuzione è un compito quasi impossibile.

Versione Nomei n codice API Distribuzione
2.3.3 –
2.3.7
Gingerbread 10 0.3%
4.0.3 –
4.0.4
Ice Cream Sandwich 15 0.4%
4.1.x Jelly Bean 16 1.7%
4.2.x 17 2.6%
4.3 18 0.7%
4.4 KitKat 19 12.0%
5.0 Lollipop 21 5.4%
5.1 22 19.2%
6.0 Marshmallow 23 28.1%
7.0 Nougat 24 22.3%
7.1 25 6.2%
8.0 Oreo 26 0.8%
8.1 27 0.3%

A seguire riportiamo anche i dati su densità degli schermi e distribuzione di OpenGL ES, che non evidenziano cambiamenti significativi rispetto al mese passato.

ldpi mdpi tvdpi hdpi xhdpi xxhdpi Total
Small 0.5% 0.1% 0.6%
Normal 1.1% 0.3% 28.5% 37.9% 22.0% 89.8%
Large 0.1% 2.8% 1.6% 0.4% 1.2% 0.4% 6.5%
Xlarge 2.0% 0.6% 0.5% 3.1%
Total 0.6% 5.9% 1.9% 29.5% 39.6% 22.5%
Versione OpenGL ES Distribuzione
2.0 36.4%
3.0 45.3%
3.1 18.3%
Fonte: Google