Il chip Visual core serve per Instagram, WhatsApp e Snapchat e finalmente potrete usarlo su Pixel 2 XL!

Nicola Ligas In realtà serve a ben altro, ma è comunque parola di Google...

Google annuncia in modo un po’ inusuale di aver abilitato per tutti gli utenti dei Pixel 2 il suo chip Visual Core, che finora era “dormiente” al loro interno (salvo un po’ di modding). Con gli aggiornamenti di sicurezza di febbraio, il cui rollout inizia appunto quest’oggi, Visual Core sarà quindi attivato.

Per chi si forse perso le puntate precedenti, in breve, si tratta di un chip dedicato all’elaborazione delle immagini, che riduce sia i tempi necessari a processare uno scatto con HDR+, che il dispendio energetico derivante. Per dirla con parole di Google: “sarà più facile scattare e pubblicare foto su Instagram, WhatsApp e Snapchat“, ma ovviamente non è solo questo lo scopo di Visual Core.

Un’altra sua particolarità è infatti RAISR, un algoritmo di machine learning che consente di ottenere risultati migliori dagli scatti ingranditi, che sono più nitidi e dettagliati. Ma la cosa più bella è che Visual Core può essere sfruttato non solo dalla fotocamera di Google, ma anche dalle app di terze parti (gli sviluppatori troveranno qui maggiori informazioni).

Google annuncia anche altre novità in arrivo sui Pixel, già dalla fine di questa settimana, ovvero nuovi adesivi AR a tema Olimpiadi invernali. Forse non esattamente il tipo di novità che stavate aspettando, ma è pur sempre una novità. Tornando invece in tema, vi lasciamo con un paio di scatti che mettono a confronto la stessa foto scattata senza (sinistra) e con (destra) HDR+ su Pixel Visual Core. A voi il responso.

Fonte: Google
Fotografia