Telegram spinge sullo sviluppo del “vostro ” Telegram e annuncia ufficialmente Telegram X (foto e video)

Nicola Ligas

Telegram X è disponibile su Android ormai da qualche giorno, ma è solo quest’oggi che viene annunciata ufficialmente. Il suo scopo è quello di reinventare Telegram, in particolare in termini di velocità, facilità d’uso e qualità delle animazioni. Telegram X potrebbe un giorno rimpiazzare Telegram, o forse no; in ogni caso la sua presenza velocizzerà lo sviluppo anche di Telegram stessa, permettendo di sperimentare “nuovi approcci e tecnologie”.

Telegram X è un’app scritta da zero, con un codice completamente nuovo rispetto a quello di Telegram, che ormai si porta dietro un sacco di “strascichi” che tutte le app di una certa età hanno per forza di cose accumulato nel corso degli anni. Telegram X è invece nata da un concorso per sviluppatori Android, ed è stata sviluppata sfruttando le potenzialità di TDLib, la Telegram Database Library, il secondo e forse più importante annuncio di quest’oggi.

LEGGI ANCHE: Huawei Mate 10 Pro e Lite: tutto in una pagina

TDLib si occupa di gestire tutte le comunicazioni di rete, della crittografia e di tutti i dati salvati in locale. TDLib toglie insomma dalle spalle degli sviluppatori il peso di funzioni importanti e fondamentali ma complesse, in modo da poter dedicare più tempo al design ed alle funzionalità dell’app. Build Your Own Telegram: è questo l’incoraggiamento dato agli sviluppatori, che sono così spinti a sviluppare client alternativi che si concentrino sull’innovazione.

Tornando a Telegram X, le sue parole d’ordine sono velocità ed efficienza energetica, unite ad un nuovo design che fa a meno dei balloon nelle chat, permettendo ai contenuti di sfruttare tutto lo spazio a disposizione. Ci sono inoltre le preview delle chat (basta tenere premuto su una conversazione), le gesture swipe per passare da una chat all’altra, un nuovo music player e nuovi menu per allegati e multimedia, oltre ad una pagina profilo ottimizzata, con accesso rapido ai contenuti condivisi. E questo è solo un assaggio: nuove funzioni (sperimentali) inizieranno ad arrivare già dalla prossima settimana. Qui sotto vi lasciamo solo un video di assaggio.

Fonte: Telegram (1), (2)